Teramo, Lotto Zero riaperto dopo lo schianto mortale: alla base forse un malore VIDEO



Dopo quasi quattro ore, è stata riaperto il Lotto Zero chiuso in entrambe le direzioni dopo il tragico incidente del primo pomeriggio in cui hanno perso la vita due persone.

Una chiusura che ha praticamente paralizzato il traffico cittadino, causando lunghe code in ingresso ed in uscita da Teramo (ed anche fuori città). La riapertura è stata disposta dopo la rimozione dei corpi con annesso sopralluogo del magistrato di turno Greta Aloisi sul posto.

Secondo i primi accertamenti dei carabinieri della compagnia di Teramo, Spartaco Ambrosii di 74 anni e sua moglie Nannina Di Giulio di 72 anni viaggiavano a bordo della Lancia Delta in direzione Giulianova, auto che si è scontrata frontalmente con la Lancia Phedra guidata da un noto avvocato teramano di 58 anni, ferito e trasportato in ospedale. Marito e moglie non avrebbero avuto le cinture di sicurezza al momento dello schianto, venendo sbalzati fuori dall’abitacolo. Sono morti sul colpo ed i soccorsi del 118 sono stati rapidi ma inutili. Sempre secondo i primi accertamenti, non è escluso che il 74enne abbia accusato un malore che gli ha fatto perdere il controllo del mezzo causando di fatto il tragico incidente.

I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza i due mezzi, tenendo sotto controllo la Lancia Delta da cui fuoriusciva un po’ di fumo.

L’incidente è avvenuto nel tratto compreso tra l’uscita della Gammarana e l’uscita di Teramo Centro attraverso la Galleria Costantini, a circa 300 del distributore carburanti Eni.

Ultima modifica: 6 dicembre 2018

In questo articolo