Le migliori stufe a pellet


migliori stufe a pellet guida prezzi

Le stufe a pellet sono una tipologia di stufe molto sofisticate e potenti, essendo dotate di una tecnologia all’avanguardia che riscalda perfettamente un ambiente…

Le stufe a pellet sono note per essere un tipo di stufe economiche, ecologiche e molto sicure rispetto ad altri tipi di stufe come quelle a legna che sono sempre piĂą inquinanti, dunque una guida ragionata sull’acquisto delle migliori stufe a pellet può risultare molto utile per arrivare a capire come comportarsi quando ci si reca in un punto vendita in cui scegliere il migliore strumento per  riscaldare la propria casa o un qualsiasi altro ambiente in cui si viva ogni giorno, come un ufficio o un locale commerciale.

Perchè stufe a pellet

Le stufe a pellet sono note per essere un tipo di stufe economiche, ecologiche e molto sicure rispetto ad altri tipi di stufe come quelle a legna che sono sempre piĂą inquinanti, dunque una guida ragionata sull’acquisto delle migliori stufe a pellet può risultare molto utile per arrivare a capire come comportarsi quando ci si reca in un punto vendita in cui scegliere il migliore strumento per  riscaldare la propria casa o un qualsiasi altro ambiente in cui si viva ogni giorno, come un ufficio o un locale commerciale.

Stufe a pellet, come sono fatte e come si usano

Le stufe a pellet devono necessariamente essere ricaricate di combustibile una volta al giorno, un tipo di combustibile che non corrisponde a dei tronchi ma è confezionato in dei sacchi. Le parti esterne della stufa non si riscaldano facilmente, e si possono dunque evitare delle eventuali scottature o eventuali incendi, ciò significa che sia quelle meno efficienti che le migliori stufe a pellet oggi in commercio, richiedono una manutenzione inferiore rispetto ad una stufa a legna. Gli svantaggi delle stufe a pellet riguardano le loro componenti che in caso di guasto, occorre sostituirle ad un costo piuttosto elevato, inoltre tali stufe devono necessariamente essere collegate alla corrente elettrica per far funzionare la ventilazione e i sistemi di alimentazione dei pellet. La maggior parte dei modelli delle stufe a pellet hanno un costo che oscilla tra i 1.400 e i 3.000 euro IVA inclusa, nonostante siano più semplici da installare rispetto a quelle a legno, infatti tali stufe non richiedono lavori per la canna fumaria. I pellet possono invece costare dai 2 ai 4 euro a sacco, in genere da 15 kg.

Stufe a pellet, ecco un elenco delle varie tipologie

Esistono varie tipologie di stufe a pellet, ovvero le stufe indipendenti e quelle come inserto da camino, le prime somigliano a delle tradizionali stufe a legna che riscaldano in modo completo una sola stanza tranne se non si utilizzi una ventola che convogli l’aria calda nelle altre stanze. Le migliori stufe a pellet si possono anche inserire all’interno di un tradizionale camino, è la seconda tipologia citata sopra; diverse aziende producono fornaci e boiler in grado di rimpiazzare o supportare i vecchi modelli a gas o a olio negli impianti di riscaldamento domestici. Tali modelli possono avere una capacità  per i pellet che va dai 16 ai 60 chilogrammi, utilizzandoli anche per una intera giornata.

Caratteristiche importanti da sapere

Ecco alcune caratteristiche importanti da sapere, prima di procedere all’acquisto di quelle che possono essere considerate le migliori stufe a pellet:

  • Stufe a pellet come inserto da camino: nella camera di combustione di questa stufa, un sistema di alimentazione, che ha la forma di una grossa vite, fa cadere un paio di pellet alla volta e la velocitĂ  con cui il sistema rilascia i pellet per la combustione influisce sulla quantitĂ  di calore che fuoriesce. I modelli piĂą avanzati sono dotati di un piccolo computer e di un termostato che determina la velocitĂ  e la quantitĂ  di combustibile inserito nella camera di combustione.
  • Stufe con alimentazione dal basso o dall’alto: funzionano tramite due sistemi di alimentazione automatici, uno dall’alto ed uno dal basso; nei sistemi dall’alto, il dispositivo inclinato fa scivolare i pellet dall’alto o lateralmente nella camera di combustione, evitando dunque eventuali ritorni di fiamma nelle scorte di combustibile. I modelli con alimentazione dal basso in genere utilizzano un dispositivo orizzontale che muove il combustibile all’interno della camere di combustione, in questo modo i pellet in entrata riescono ad allontanare le ceneri e le scorie.

Le migliori stufe a pellet: ecco una guida all’acquisto con tutte le informazioni necessarie

Considerando i vari modelli attualmente in commercio, di seguito si propone una lista delle migliori stufe a pellet, fornendo una conoscenza delle principali caratteristiche in modo da orientare un potenziale cliente all’acquisto di quella che potrebbe essere la stufa ideale.

Guida alle migliori stufe a pellet – Classifica,  recensioni, prezzi

 

Stufa a pellet Dal Zotto Azzurra

è un tipo di stufa a pellet molto efficiente e funzionale, ha un rivestimento esterno in acciaio ed un design piuttosto smussato, vi è anche una doppia porta in cristallo rivestita all’interno di ghisa che assicura resistenza agli shock termici. All’interno della camera di combustione, il pellet contenuto nel serbatoio da 19 Kg viene bruciato per riscaldare gli ambienti attraverso il sistema di ventilazione forzata, generando una potenza termica che può andare da 3,9 a 9,6 kW, con un consumo orario compreso tra 0,7 e 2 Kg.
GUARDA L’OFFERTA LIMITATA ONLINE

Stufa a pellet Edilkamin Aris Plus Pietra Ollare

le caratteristiche principali di questa stufa a pellet sono la qualitĂ  dei materiali e le avanzate funzionalitĂ , nonchĂ© la realizzazione in pietra ollare dei fianchi e dell’inserto frontale, un materiale molto resistente al calore e con capacitĂ  di conduzione termica molto potente. Il focolare è realizzato in acciaio e ghisa, il ventilatore con cui è equipaggiata questa stufa a pellet permette di canalizzare l’aria calda prodotta, andando a riscaldare anche altri ambienti oltre a quello in cui si trova la stufa. E’ possibile accendere o spegnere questo modello di stufa a pellet, anche da un telefono cellulare, tramite un kit di comunicazione WiFi e GSM, e di particolare importanza è anche l’opzione Confort Clima, che regola la potenza termica della stufa in base alla temperatura desiderata, ottimizzando così rendimento termico e consumi. Anche il sistema diagnostico Autocheck in grado di individuare eventuali anomalie e la pulizia automatica del crogiolo durante il funzionamento sono caratteristiche importanti che fanno di questo modello una delle migliori stufe a pellet.
GUARDA L’OFFERTA LIMITATA ONLINE

Stufa a pellet Palazzetti Ecofire Ginevra 11,8 kW

il motivo per cui rientra tra le migliori stufe a pellet in commercio è la sua potenza termica ed il suo design molto particolare, è inoltre una stufa ideale a riscaldare ambienti molto grandi poichĂ© tale modello riesce ad ospitare un serbatoio del pellet da ben 50 kg di capienza, per un’autonomia massima di 54 ore in uso continuato. Questa stufa è realizzata interamente in ceramica e la sua tecnologia è altamente efficiente. Il vetro ceramico che ripara il braciere è dotato di un sistema di autopulizia, mentre il sensore a controllo automatizzato è in grado di rilevare il livello di pellet residuo nel serbatoio. La potenza termica di tale stufa ha una potenza termica nominale di 11,8 kW per 10200 cal/h, e per quanto riguarda invece i consumi, i pellet di cui ha bisogno questa stufa, oscillano tra gli 0,9 e i 2,8 Kg all’ora. Anche questa stufa come altre a pellet, si potrebbe accendere o spegnere la stufa tramite un Kit di comunicazione GSM, e usando dunque un telefono cellulare.
GUARDA L’OFFERTA LIMITATA ONLINE

Stufa a pellet Innofire Lory kW 12

questa stufa ha un design molto semplice, ha una struttura in acciaio e gode dei vantaggi legati alle detrazioni fiscali previste dalla legge, è dunque un’ottima soluzione per chi deve ristrutturare casa sostituendo il vecchio impianto termico con uno piĂą moderno ed efficiente. E’ una delle migliori stufe a pellet dotate di una classe energetica A+, capace di riscaldare un volume massimo di 315 m3, con una potenza utile variabile tra 3,5 e12 kW. Il serbatoio del combustibile, per la sua ampiezza, garantisce un’autonomia di funzionamento fino a 31 ore al minimo della potenza, e si potrebbe arrivare a bruciare pellet per 9 ore consecutive.
GUARDA L’OFFERTA LIMITATA ONLINE

Stufa a pellet Nordica Extraflame Lucia

è una stufa a pellet con una potenza termica nominale di 12 kW, ed il flusso d’aria controllato elettronicamente per una maggiore efficienza energetica svolge anche la funzione di pulizia del vetro, separando il braciere dall’ambiente domestico. Questo modello è una delle migliori stufe a pellet che riesce a non sprecare combustibile e la velocitĂ  della sua ventola, spinge l’aria calda in funzione della temperatura richiesta non andando oltre il valore ottimale. Anche la pulizia automatica delle componenti interne, la possibilitĂ  di interfacciare la sonda ambiente in dotazione con i termostati giĂ  presenti in casa per ottenere la temperatura desiderata, e la programmazione a fasce orarie grazie al cronotermostato in dotazione, sono tutte caratteristiche che rendono questa stufa a pellet una delle piĂą gettonate. La Nordica Extraflame Lucia consuma 2,73 Kg di pellet all’ora, e il suo serbatoio da 27 Kg rende possibile un’autonomia a pieno regime di funzionamento della durata di quasi 10 ore consecutive.
GUARDA L’OFFERTA LIMITATA ONLINE

Stufa a pellet Ravelli RV 100

si tratta di una stufa a pellet ventilata che garantisce un elevato rendimento termico, il quale assieme al basso livello di emissioni prodotte, rientra nelle migliori stufe a pellet che accedono agli incentivi fiscali attualmente in vigore, nel caso in cui si debba sostituire un impianto termico di vecchia generazione. Il cronotermostato in dotazione ha la funzione di regolare la programmazione a fasce orarie. Questo modello di stufa a pellet è costruita con acciaio inox, il Firex 600/700 e la maiolica, mentre la potenza termica introdotta va da 3 a 11,5 kW, e con un consumo di 0,6 – 2,4 Kg di pellet per ogni ora di funzionamento. I 25 kg di capienza del serbatoio combustibile possono far funzionare la stufa in modo autonomo per 10 ore consecutive fino a 41 ore consecutive, per un rendimento dell’87,5%.
GUARDA L’OFFERTA LIMITATA ONLINE

Ultima modifica: 1 maggio 2018

In questo articolo