Governo: pronta la bozza del contratto M5S-Lega



Il programma del nascente governo Lega-M5S è sostanzialmente pronto. Tra i 22 punti dell’accordo non ci sarebbe l’uscita dall’euro, ma solo la possibile revisione di alcuni trattati.

“Il tavolo ha concluso il suo lavoro, adesso il risultato di questo lavoro verrà sottoposto all’attenzione di Luigi Di Maio e Matteo Salvini affinché possano confrontarsi su alcuni punti che ancora vanno risolti”, con queste parole Alfonso Bonafede ha annunciato la chiusura del tavolo tecnico che ha lavorato alla redazione del contratto di governo tra M5S e Lega.

A quanto si apprende, tra i punti salienti dell’accordo ci sarebbero il reddito di cittadinanza, la flat tax, la riduzione dei parlamentari, la lotta al gioco d’azzardo e l’impegno a mantenere l’acqua pubblica, mentre non si parla più dell’uscita dall’euro, anche se non sarebbe esclusa la possibilità di una non meglio precisata revisione dei trattati internazionali.

Ancora da sciogliere il nodo relativo al nome del futuro premier, che sarà con molta probabilità l’argomento principale dei prossimi incontri tra Salvini e Di Maio. I due leader avranno anche il compito di definire compiutamente alcuni dettagli del contratto di governo, prima che quest’ultimo possa essere sottoposto al presidente Mattarella.

Ultima modifica: 16 maggio 2018

In questo articolo