Delegazione del Comune di Lanciano al funerale di Marcello De Cecco



Roma. Il Sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, ha partecipato questa mattina a Roma nella Chiesa di Santa Prassede alle esequie del Professore Marcello De Cecco, economista di fama mondiale, tra i figli più illustri di Lanciano. In rappresentanza del Consiglio Comunale ha partecipato il Consigliere Antonio Bianco.

 La delegazione del Comune di Lanciano è stata accompagnata dal Gonfalone della Città. Alla fine del rito funebre il Sindaco ha espresso pubblicamente ai familiari il profondo cordoglio della Città per la scomparsa dell’illustre concittadino.

 Di seguito il messaggio di saluto che il Sindaco ha voluto rivolgere in occasione della presentazione del Centro del Riuso di EcoLan inaugurato questa mattina in Località Re di Coppe a Lanciano.

Carissimi,
vorrei esprimere con queste poche righe la gioia e la felicità per questa giornata meravigliosa per Lanciano e i Lancianesi. Sarei stato qui in prima fila con tutti voi per assistere all’ennesimo risultato straordinario di EcoLan, l’operazione Politica con la P maiuscola che meglio rappresenta la nostra azione di governo cittadino e che ho voluta con tutte le mie forze insieme alla Maggioranza.
Non sarei potuto e voluto mancare per nessun motivo, come potete immaginare. Ma come saprete, oggi a Roma sono state celebrate le esequie del nostro illustrissimo concittadino Marcello De Cecco, economista di livello internazionale e uomo di cultura straordinaria la cui fama mondiale risplende insieme al nome della sua amatissima Città, Lanciano. La partecipazione ai funerali insieme al Gonfalone cittadino è un dovere istituzionale, oltre che un onore, per il Sindaco della Città che ha dato i natali al più illustre lancianese nel mondo degli ultimi 40 anni, almeno.
Questo non mi consente di essere fisicamente oggi qui con voi, ma per il tramite dell’Assessore all’Ambiente sento di voler comunque rivolgere un messaggio di ringraziamento pubblico alla EcoLan, al suo presidente Massimo Ranieri e a tutte le maestranze che hanno pensato e realizzato questo Centro del Riuso, che giustamente ed efficacemente è stato definito “felice”. Questo è un posto dove quello che ieri era solo un rifiuto oggi può essere una risorsa e avere una seconda vita. La gratuità che sta alla base del funzionamento del Centro è l’aspetto culturale decisivo di questa operazione. Dobbiamo cambiare rotta finché siamo in tempo, ci attendono cambiamenti epocali se vorremo consegnare ai nostri figli non solo una Lanciano più accogliente e pulita, ma un mondo più giusto e attento alle risorse che la madre Terra ci offre, appunto, gratuitamente. Noi dobbiamo favorire questi cambiamenti, a partire dal nostro agire quotidiano.
Grazie al presidente Massimo Ranieri, grazie a tutti per l’affetto e la vicinanza che state mostrando verso la EcoLan, che in Abruzzo è diventata ormai l’esempio di come la buona politica e la buona amministrazione possano generare un plusvalore di civiltà, oltre che economico, per la comunità.
Con affetto, il Sindaco Mario Pupillo

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo