Chieti, cambio denominazione Università D’Annunzio. La posizione dell’associazione ‘Noi del G. B. Vico’



Chieti. “Dalla lettura di alcuni organi di stampa, apprendo con stupore che il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi G. D’Annunzio Chieti-Pescara, avrebbe proposto al Senato Accademico di modificarne il nome in “Università degli Studi dell’Adriatico dell’Adriatico “Gabriele d’Annunzio” Chieti-Pescara” “.

 Si legge così in una nota di Stefano Marchionno, presidente dell’associazione “Noi del G. B. Vico”, che aggiunge: “Orbene, ove tale ridenominazione fosse approvata, rappresenterebbe un ulteriore schiaffo nei confronti della Città di Chieti che verrebbe mortificata ancora una volta. Da oltre tremila anni, i cittadini teatini osservano non solo il Mare Adriatico, ma anche la Maiella; non vi è dubbio che l’appellativo “dell’Adriatico” faccia pensare più alla denominazione di uno stadio di calcio e non sia identificativo di un determinato territorio nel quale, e grazie al quale, venne fondato il nostro Ateneo (la nascita del Consorzio Universitario Abruzzese, che deriva da tale richiesta, fu ufficialmente approvata nel 1960 dal Prefetto di Chieti…). Ritengo che si stia esagerando con queste politiche tese all’annullamento della Città di Chieti in favore di altre realtà territoriali viciniore: questo becero campanilismo volto a favorire solo ed esclusivamente una Città in danno di un’altra è ora che finisca!!! Da oltre trent’anni il Capoluogo Teatino ha subito una continua spoliazione di competenze, prerogative ed uffici: non vorrei che il cambio di denominazione dell’Università fosse il primo passo per il trasferimento in riva all’Adriatico dell’Ateneo”.

 “L’auspicio – conclude la nota – è che il Senato Accademico ed il Consiglio di Amministrazione vogliano esprimere parere negativo alla proposta formulata dal Prof. Caputi. Al Magnifico Rettore, invece, rivolgo un appello affinchè si impegni maggiormente per la Città di Chieti, iniziando nel portare avanti, con celerità, il progetto relativo alla Caserma Bucciante”.

Ultima modifica: 13 luglio 2018

In questo articolo