Plurinegozio a Ortona: ‘Un’opportunità per il commercio’



Ortona. Rivoluzione nel commercio e nuove opportunità per la categoria. Ieri pomeriggio il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il regolamento sul “plurinegozio” presentato dal sindaco Leo Castiglione che riveste anche la delega al commercio.

Con questo regolamento sarà possibile avere anche a Ortona negozi in condivisione ovvero sarà possibile a più commercianti di coesistere, ciascuno con la propria merce e la propria licenza, in uno stesso locale.

Il principio è lo stesso del cosiddetto coworking: spazi destinati ad uffici, affittati in maniera condivisa da imprese e professionisti non legati tra loro che si mettono assieme per avere più servizi a minor costo. Un fioraio potrebbe decidere, insomma, di dividere il proprio negozio e quindi le spese d’affitto e luce, con un pasticcere: la vetrina dei dolci da una parte, e dall’altra i cesti delle rose e dei gigli.

“Nuovi modi di fare commercio, ai quali il Comune intende aprire la strada – commenta il sindaco Castiglione – e che possono offrire nuove opportunità anche per giovani imprenditori. Infatti oltre alla coesistenza di più attività commerciali di vendita negli stessi locali è anche permessa la coesistenza di forme diverse di attività commerciali e la condivisione di medesimi spazi anche con attività legate al terziario, come artigianato e servizi”.

Il regolamento comunale si compone di sei articoli e prevede una serie di parametri e requisiti per questi plurinegozi, il principale riguarda la superficie complessiva che non potrà superare i 250 metri quadrati, tanto per non diventare dei centri commerciali mascherati.

“Questo regolamento – continua il sindaco Castiglione – si inserisce nell’ottica di introdurre le novità di un mercato altamente competitivo e in profondo mutamento ma al tempo stesso rappresenta un tentativo di rivitalizzare un comparto, che, in questi anni, ha pesantemente risentito della crisi economica”.

Ultima modifica: 13 gennaio 2018

In questo articolo