Ortona, istituiti i Comitati di quartiere



Ortona. Il Consiglio Comunale di Ortona, nella seduta del 26 febbraio scorso, con i soli voti del Sindaco Vincenzo d’Ottavio e dei Consiglieri Comunali di maggioranza (Alessandro Scarlatto, Marco Uccelli, Tommaso Coletti, Marcello Forti e Gilberto Bernardi del Partito Democratico, Ilario Cocciola e Alessandro Seccia di Ortona Bene Comune, Franco Scimò), ha approvato l’istituzione dei Comitati di quartiere ed il regolamento per la nomina e il funzionamento di questi importanti organismi di partecipazione democratica.

 I nove Comitati di quartiere hanno competenza per i territori coincidenti alle seguenti sezioni elettorali: Terravecchia (sez. elettorali 1, 2, 3, 10, 11, 12); Ortona Centro (sez. elettorali 4, 5, 6, 7, 8, 9, 24); Fonte Grande (sez. elettorali 18, 25, 26, 27); Villa Caldari (sez. elettorali 19, 20, 21); Ortona Sud (sez. elettorale 23); San Leonardo (sez. elettorale 22); Ortona Nord (sez. elettorale 13); Riccio (sez. elettorali 14, 15); Le Ville (sez. elettorali 16, 17). I Comitati di quartiere hanno compiti consultivi sulle materie di competenza del Comune.

 Non appena la delibera sarà esecutiva, entro qualche settimana, il Sindaco provvederà ad emanare un avviso pubblico per acquisire la disponibilità dei cittadini che vorranno proporsi per la nomina ad uno dei Comitati di quartiere secondo la disciplina prevista dal Regolamento. Successivamente il Consiglio Comunale provvederà a nominare i nove componenti per ciascuno dei nove Comitati di quartiere.

 I nove componenti di ciascun Comitato di quartiere saranno nominati dal Consiglio Comunale con voto limitato a sei al fine di garantire anche una rappresentanza della minoranza consiliare. I nove componenti di ciascun Comitato di quartiere nomineranno a loro volta il Presidente degli stessi Comitati di quartiere.

 “La proposta elaborata dal Partito Democratico, ed in particolare dal Consigliere Comunale Marco Uccelli – dichiara il Capogruppo PD Tommaso Coletti – ha lo scopo di favorire ulteriormente la partecipazione attiva dei cittadini alle decisioni più importanti riguardanti la nostra comunità, così come avevamo indicato nel programma di mandato”.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo