Francavilla, Carmine Montebello presenta la sua lista



Francavilla al Mare. Carmine Montebello ha presentato la lista con la quale correrà per le prossime amministrative di Francavilla al Mare.
La lista Montebello sarà supportata dal Movimento Naturalista e da Alternativa Libera.
“Oggi la mia lista scende in campo – ha detto Carmine Montebello – negli ultimi 30 giorni faremo la vera campagna elettorale, per il momento portiamo avanti non le persone ma il programma. Sarà una pre campagna elettorale in stile americano, quindi ci saranno dei filmati su you tube, si svolgerà sulla rete. Ci saranno dei mini eventi, nei 30 giorni di vera campagna elettorale si faranno le cose che ho pianificato in questi ultimi anni. Ringrazio Fabio Blasioli, il presidente della lista naturalista con a capo Gabriele Nappi. Sono stato contattato da Alternativa Libera nella persona di Fabio Blasioli nei primi di ottobre, mi hanno ricevuto a Roma, ho incontrato dei loro rappresentanti che sono in prevalenza i fuoriusciti dai Cinque Stelle, c’è stata un’intesa di programma ed ho sposato la causa di Alternativa Libera. Dopodiché ho avuto contatti con Gabriele Nappi, c’erano stati dei contatti già nel 2011. Mi sono incontrato con il loro responsabile regionale, c’è stata comunità d’intenti. Ad oggi ci sarà la lista Montebello che sarà formata da 16/20 componenti, appoggiata da due liste nazionali (Movimento Naturalista e Alternativa Libera). Faremo un patto elettorale pubblico in cui faremo degli accordi pre elettorali. Si deve sposare non quello che dico io ma il progetto di rinascita di Francavilla che sarebbe il famoso programma del 2011 ritoccato e corretto, fuori dalla logica dei partiti e dai poteri forti di Francavilla. Se si ha questa prospettiva ben vengano anche altre liste civiche, apro le porte anche a qualche lista partitica. Si deve sposare il progetto che ho cercato di fare con i ragazzi in questi cinque anni, vale a dire la rivoluzione culturale, sociale e politica di Francavilla. Rispetto al 2011 partiamo prima, oggi riparto con una lista civica con tutti ragazzi tra i 20 ed i 25 anni perché l’idea nostra è quella di andare in ogni quartiere di Francavilla: un ragazzo eletto consigliere comunale porterà in Consiglio i pensieri del proprio quartiere. L’idea mia è quella di portare in Consiglio Comunale i problemi ed i pensieri dei quartieri e di risolverli. Il mio anatema amministrativo è questo: daspo amministrativo per tutti quelli che hanno governato fino ad oggi che devono fare un passo indietro, si devono fare per cinque anni da parte, sia gli amministratori politici che i potentati di Francavilla, questo lo devono fare come segno di dignità. Basta vedere come è stata ridotta Francavilla negli ultimi 30 anni, sarebbe bastato prendere esempio da altri posti come la riviera romagnola o da Silvi in su. Francavilla ha bisogno di rinnovamento. È stato intasato il disco rigido, quindi o lo si formatta o lo si cambia. La cosa sicura è che devono andare tutti a casa almeno per cinque anni. Luciani è il peggior sindaco che Francavilla abbia mai avuto: si è fatto la foto con Gloria Gaynor, in acqua per far vedere che il mare era pulito, ai giardinetti, è stato impegnato per tappare i buchi. Antonio Luciani è stato un mediocre o un sufficiente assessore. Da che io mi ricordi non ha mai compiuto un atto da sindaco con gli attributi”.
Trai punti principali del suo programma: “Francavilla provincia di Pescara. Per il turismo vogliamo aprire qualche discoteca comunale a Francavilla, qualche stabilimento balneare comunale, tutto questo per far lavorare dei giovani di Francavilla. Vogliamo fare delle Cooperative ma non come quelle di Angelucci”.
“Se non dovessi andare al ballottaggio – ha incalzato Carmine Montebello – me ne andrò in vacanza, quindi non mi venissero a chiedere i voti i primi due perché apparentamenti non ne faccio, così come se dovesse accadere il miracolo che andrò al ballottaggio non chiederò apparentamenti a nessuno. Il mio pacchetto o lo si prende in toto o niente. I problemi si portano in Consiglio e si cercano di risolverli, magari anche con il supporto dell’opposizione”.
“Per far ripartire Francavilla – ha concluso Montebello – ci sono degli elementi imprescindibili come il Prg. Per far ripartire il turismo non c’è bisogno di far venire Gloria Gaynor, quei 70 mila euro potevamo essere investiti diversamente. Ho l’idea per la campagna elettorale di allestire un camper per girare tutte le contrade di Francavilla, stile americano, per andare a parlare con le persone. Vorremmo rendere funzionale la sede comunale dell’Asterope. Ho pensato anche ad un assessore alla Cittadinanza per recepire i problemi improvvisi dei cittadini, questo assessore andrà in giro con il camper per raccogliere le esigenze dei cittadini”.

Francesco Rapino

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo