Chieti, ‘Centrale Unica del 118’: ordine del giorno del consigliere Vitale



Chieti. Nell’odierna seduta del Consiglio Comunale, è stato approvato l’Odg presentato dal Consigliere Comunale di Forza Italia, Emiliano Vitale, che impegna il Sindaco, anche in qualità di Presidente del Comitato Ristretto dei Sindaci della Asl, e la Giunta ad attuare tutte le possibili azioni presso la Direzione della ASL Lanciano-Vasto-Chieti e la Regione Abruzzo affinché la Centrale Unica del 118 venga istituita presso l’ospedale clinicizzato “SS. Annunziata” di Chieti e non, come da protocollo d’intesa sottoscritto dall’Assessore Paolucci e dal Direttore generale della Asl, Pasquale Flacco, all’interno dell’Aeroporto d’Abruzzo, scelta che implicherebbe ulteriori spese inutili.

 “Con il decreto commissariale 79/2016 del 21 luglio 2016 – spiega il Consigliere Comunale Emiliano Vitale – il presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, approvava il Riordino della rete ospedaliera nell’ospedale di Chieti che, con il complice silenzio dei vertici aziendali della ASL, di fatto trasferiva da Chieti cinque Unità Operativa Complesse.

 Ora si prosegue nell’opera di spoliazione ai danni della sanità teatina contraddicendo quanto promesso sia dal direttore generale della Asl, Pasquale Flacco, sia dall’Assessore Paolucci nel corso di un incontro avvenuto il 26 gennaio scorso, quando entrambi promisero che il servizio sarebbe stato allestito presso l’ospedale di Chieti. Promesse non mantenute visto che, secondo quanto deciso, la Centrale verrà collocata nell’aeroporto d’Abruzzo. Già solo gli indici di appropriatezza e l’aspetto strutturale e logistico di cui è dotato il 118 di Chieti basterebbero a far ricadere, a rigor di logica, la scelta sul nostro capoluogo il cui ospedale è, peraltro, già dotato di una pista per l’elisoccorso e ha spazi attrezzati e adeguati per ospitare il personale.

 Auspichiamo – aggiunge il Consigliere Vitale – che la Regione annulli tale decisione evitando, oltretutto, alla collettività ulteriori spese inutili per adeguamenti strutturali, impiantistici e di locazione.

 Va rimarcato – conclude il Consigliere Vitale – il voto contrario in aula del PD, il cui gruppo consiliare annovera numerosi operatori sanitari, che pure si era espresso favorevolmente in occasione del Consiglio Straordinario sulla Sanità teatina”.

Ultima modifica: 11 giugno 2018

In questo articolo