Sulmona, tentò di rubare uno scooter: in carcere 35enne



Sulmona. Ieri pomeriggio, personale del Settore Anticrimine del Commissariato di Sulmona ha eseguito, su disposizione del G.I.P. presso il Tribunale di Sulmona, dottor. Marco Billi, la misura della custodia cautelare in carcere nei confronti di G.C., trentacinquenne del luogo.

L’uomo, lo scorso 7 ottobre tentava di rubare un ciclomotore parcheggiato nel cortile di un condominio di Via San Polo. La proprietaria, accortasi la mattina che il mezzo parcheggiato all’interno dello spazio condominiale non era marciante e aveva il bloccasterzo forzato, aveva richiesto l’intervento della Volante del Commissariato, che constatava il probabile tentativo di furto anche per la presenza di fili fuori sede e di tracce ematiche sullo sterzo.

L’ipotesi veniva confermata da una vicina di casa che raccontava agli operatori di essersi affacciata allarmata da rumori sospetti attorno alla mezzanotte, e di aver visto tre uomini allontanarsi dal cortile condominiale, tra i quali G.C., poi riconosciuto dalla testimone nel corso di una individuazione fotografica.
L’uomo, disoccupato e con numerosissimi precedenti penali per reati contro il patrimonio, era già detenuto presso la casa circondariale di Chieti, a seguito di una precedente ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Sulmona per altri due episodi analoghi, uno avvenuto proprio il 7 ottobre.

Proprio in considerazione del profilo criminale dell’uomo, della sua pericolosità sociale e dell’evidente pericolo di reiterazione del reato, il Pubblico Ministero, dr.ssa Aura SCARSELLA, che ha coordinato le indagini, ha richiesto la misura della custodia cautelare in carcere, richiesta poi accolta dal G.I.P..

Sono ancora in corso le indagini volte ad identificare gli altri due uomini.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo