Furto e ricettazione di bancali, denunciati 4 avezzanesi



San Demetrio ne’ Vestini. I carabinieri della Stazione di San Demetrio ne’ Vestini, diretti dal Maresciallo Alessandro Mastropietro, a conclusione di indagini, hanno denunciato per furto aggravato in concorso e ricettazione di numerosi bancali in legno, rispettivamente V. S. classe 1989, F. M. classe 1976, F. D. classe 1992 e A. D. classe 1958, tre uomini e una donna, tutti di Avezzano.

Le indagini dei militari sono scattate all’indomani di reiterati furti – non meno di tre nel giro di pochi giorni -, avvenuti tra la fine di aprile e gli inizi di maggio ai danni del Supermercato “Vestina Market”, ubicato in San Demetrio ne’ Vestini in via della Stazione s.n.c..

Dal parcheggio sono stati asportati oltre 200 bancali per imballaggio in legno, del valore di oltre 5.000 euro, e dalla particolare fattura in quanto idonei al trasporto delle merce sulle lunghe tratte.

L’analisi dei fotogrammi delle telecamere del sistema di videosorveglianza del supermercato ha permesso ai militari di individuare, il furgone Fiat Ducato utilizzato in occasione dei furti, risultato appartenere ad una società di Avezzano impegnata nel noleggio di furgoni e specializzata in traslochi e trasporti, risultata comunque del tutto estranea ai fatti all’esito delle indagini esperite.

I carabinieri di San Demetrio ne” Vestini unitamente insieme ai colleghi di Assergi giunti presso la ditta, hanno scoperto che il mezzo, nelle date dei furti, era stato noleggiato dal S. V., arrivato presso gli uffici della ditta insieme ai complici. Di qui la denuncia in stato di libertà.

Nell’ambito della stessa attività di indagine, i militari hanno denunciato in stato di libertà con l’accusa di ricettazione A. D., sempre di Avezzano, titolare di una ditta individuale di trasporti.

Nel suo deposito, a seguito di perquisizione è stata rinvenuta gran parte della refurtiva asportata, da lui acquistata qualche giorno dopo i furti come corrispettivo di lavori svolti in loro favore e non ancora pagati. La refurtiva e’ stata riconsegnata al legittimo proprietario.

Ultima modifica: 26 ottobre 2017

In questo articolo