L’Aquila, botti vietati a Capodanno: l’ordinanza



Fino al 2 gennaio sarà vietato utilizzare o portare con sé materiale esplodente, petardi, castagnole e “botti” di varia natura in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Lo prevede un’ordinanza firmata dal sindaco Pierluigi Biondi.

 

Nel provvedimento viene sottolineato che “l’uso e l’esplosione di tali prodotti possono provocare danni alla salute anche sotto il profilo dello stress, in particolare sui soggetti più deboli (anziani, bambini, cardiopatici)” e che “le deflagrazioni cagionano anche conseguenze negative sugli animali, causando negli stessi spavento, perdita del senso di orientamento e rischi di smarrimento, con conseguente pregiudizio per la loro stessa incolumità e per la sicurezza in generale e stradale”. “Tali fatti – è scritto ancora nell’ordinanza – rappresentano, quindi, un serio e generale pericolo per la sicurezza e l’incolumità pubblica”.

 

Salvo che il fatto non costituisca reato, l’inosservanza del divieto imposto dal provvedimento del Sindaco comporterà una multa fino a 500 euro.

Ultima modifica: 13 gennaio 2018

In questo articolo