Sulmona, minaccia l’ex con l’ascia: il giudice lo spedisce in carcere



Sulmona. La Polizia di Stato, ha arrestato in mattinata, a Introdacqua, un 53enne originario di Castel di Sangro, in esecuzione di una misura cautelare della custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Sulmona, Marco Billi, per il reato di lesioni personali pluriaggravate.

 

L’uomo, lo scorso mese di giugno, aveva aggredito e picchiato la sua ex convivente, procurandole gravi lesioni personali, minacciandola altresì di morte con l’uso di un’ascia.

 

Le indagini, immediatamente avviate dal personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Sulmona  a seguito dei fatti, hanno consentito di ricostruire l’accaduto e acquisire inequivocabili elementi di responsabilità in capo all’uomo, che è stato pertanto denunciato alla locale Procura della Repubblica per lesioni personali pluriaggravate e minaccia aggravata.

 

Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Sulmona, su richiesta della Procura,  ha emesso il provvedimento della  misura cautelare  e nella mattinata odierna personale del Commissariato, rintracciato l’indagato, lo ha  tratto in arresto, associandolo presso la  Casa di Reclusione di Sulmona.

Nel corso della perquisizione domiciliare, effettuata all’atto dell’arresto, il personale operante ha rinvenuto  e sequestrato l’ascia utilizzata per la minaccia.

Ultima modifica: 11 agosto 2018

In questo articolo