ASM L’Aquila, Liris: ‘Ritardo degli stipendi non più tollerabile’



L’Aquila. ‘Non è tollerabile quanto accaduto in ASM: il pagamento in ritardo degli stipendi rappresenta una grave violenza nei confronti dei lavoratori. Chiedo al Sindaco e ai vertici dell’azienda di verificare le responsabilità e di intervenire al più presto.

Se è vero quanto affermato dai lavoratori (‘vengono inviati “cedolini busta paga” con enorme ritardo, e, spesso e volentieri, anche corredati di gravi errori contabili’) abbiamo a che fare con una criticità che deve trovare immediatamente una soluzione. Lo stipendio per un lavoratore è sacro, è il riconoscimento di una professionalità esercitata sul campo, è la monetizzazione del sudore scaturito da un lavoro usurante, è un diritto intoccabile’.

Lo dichiara in una nota Guido Quintino Liris, Capogruppo Forza Italia Comune L’Aquila.

‘Lasciare che i dipendenti Asm passassero le festività pasquali senza stipendio è stato grave non soltanto per motivi prettamente economici ma anche per il messaggio a-morale trasmesso. Chiedo ai vertici dell’azienda di verificare le responsabilità di quanto accaduto e di valutare anche azioni legali al fine di tutelare umanamente e professionalmente i lavoratori’, conclude Liris.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo