Fumi chimici e attività abusive: sequestri e multe per migliaia di euro a Cepagatti



Cepagatti. Fumi chimici emessi nell’aria senza autorizzazione: sequestrati i camini abusivi di un’azienda di Cepagatti.

Nello svolgimento dei servizi di controllo sul territorio pescarese, gli operatori di Polizia Provinciale hanno sottoposto a sequestro penale 4 camini di una industria di sostanze chimiche priva delle necessarie autorizzazioni all’emissione di fumi,  nel territorio del Comune di Cepagatti. Il personale della Polizia Provinciale, in seguito a segnalazione del settore Ambiente della Provincia, ha effettuato tutti poi i controlli delle autorizzazioni all’interno della ditta, riscontrando la mancanza delle necessarie autorizzazioni all’emissione dei fumi. Sono quindi stati sequestrati in via preventiva i 4 camini, con conseguente blocco delle emissioni inquinanti, ai sensi del Codice di procedura penale e del Decreto lgs 152/2006 in materia ambientale, ed è stata notificata la notizia di reato alla Procura della Repubblica di Pescara.

Sempre nel comune di Cepagatti, insieme alla Polizia Municipale, gli operatori di Polizia Provinciale hanno accertato, nel controllo di una ditta di autoriparazioni, l’esercizio abusivo dell’attività, con conseguente sequestro amministrativo dei locali, identificazione del responsabile e contestazione amministrativa per violazione della legge 122/92. La Polizia ha elevato una sanzione di 5mila euro. Nella stessa ditta è stata riscontrata la mancanza di documentazione a sostegno della produzione e smaltimento di rifiuti pericolosi (olio esausto,batterie al piombo, pneumatici fuori uso, barattoli di vernice, lampade fluorescenti ecc.) e abbandono di rifiuti con contestazioni di carattere  amministrativo per violazione dell’art. 258, comma 2, Decreto lgs 152/2006. In questo caso le sanzioni  pecuniarie sono state di 4.133 euro.

Nell’intervento è emerso anche che i due dipendenti presenti non erano in regola con la normativa sul lavoro: in questo caso è stata fatta specifica comunicazione alla Direzione provinciale del lavoro.

“Le operazioni effettuate – commenta il Comandante della Polizia Provinciale Giulio Honorati – evidenziano l’importante ruolo che gli Operatori di Polizia Provinciale svolgono per la prevenzione e la repressione di reati ambientali, e quindi per la sicurezza dei cittadini. E’ importante, come dimostrano queste ultime azioni, la piena collaborazione con la Polizia Municipale dei Comuni nei quali si svolgono i controlli”.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo