Pescara saluta il grande pedagogista Alain Goussot



Pescara. Si è spento il giorno di Pasqua, a Pescara, dove viveva, Alain Goussot, docente di pedagogia speciale all’Università di Bologna, pedagogista, educatore, filosofo e storico attento alle problematiche dell’educazione e del suo rapporto con la dimensione etica-politica.

Nato a a Charleroi (Belgio) il primo giugno del 1955, Goussot era attento osservatore delle dinamiche interculturali e transculturali nei processi di apprendimento e d’inclusione nei diversi contesti sociali, in una prospettiva ecosistemica. Studioso e ricercatore in azione rispetto alle problematiche delle disabilità, delle difficoltà di apprendimento a scuola e dei processi di esclusione, il suo approccio era complementaristico e interdisciplinare (pedagogia, sociologia, antropologia, psicologia e storia).

Autore di numerose pubblicazioni, aveva portato avanti numerosi progetti di integrazione, anche in Abruzzo.

I funerali si sono svolti questa mattina a  Pescara.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo