Aeroporto d’Abruzzo: inaugurato il nuovo terminal internazionale



aeroportoterminalPescara. Inaugurato oggi il nuovo terminal dell’Aeroporto internazionale d’Abruzzo. I passeggeri dei voli internazionali esterni all’area Schengen avranno, ora, un area di accoglienza di 7800 metri quadrati. Passo obbligato per la Saga, che punta ai 500mila passeggeri annui. Previsti ulteriori lavori per 6 milioni complessivi.

L’aeroporto si ingrandisce, insieme al numero di passeggeri che passano per lo scalo abruzzese. Se l’anno scorso il mezzo milione di viaggiatori si è solo sfiorato, per quest’anno si rischia anche di superarlo. Ragion per cui la Regione Abruzzo ha finanziato, per 3.460mila euro l’espansione di 1500 metri quadrati del’ala ovest della zona passeggeri, portando i precedenti 6300 metri quadri dell’aerostazione agli attuali 7800. Un primo step, riguardante la zona di partenza e arrivo dei voli internazionali dell’area ‘non Schengen’: locali nuovissimi, progettati dallo studio londinese Pascall & Watson per accogliere passeggeri e bagagli in partenza, al posto di locali obsoleti e rimasti tali e quali a 15 anni fa, quando l’aeroporto venne aperto. Per chi atterra a Pescara, invece, un tunnel trasparente condurrà, passandogli esternamente, all’enorme salone interno dell’aeroporto.aeroportotunnel

Il nuovo terminal passeggeri sarà attivo da metà luglio, ma costituisce solo il 60% dei lavori che verranno completati entro la prossima estate per rendere l’Aeroporto d’Abruzzo al pari di quelli di Orio al Serio o Ancona, competitors nei voli low-cost che hanno già espresso al meglio le proprie potenzialità. Con altri 6.100mila euro la Regione ha finanziato altre opere come l’ampliamento del piazzare aeromobili e la realizzazione di un impianto di trattamento delle acque. Ma verranno adeguate e ristrutturate anche le aree per i voli nazionali e quelli dell’area Schengen: i gates di partenza passeranno da 3 a 5; i saloni di attesa per l’imbarco verranno ingranditi da 1230 metri quadri a 1850, mentre i 2 destinati agli arrivi da 1500 a 1880; l’area commerciale land-side verrà aumentata da 500 a 750 metri quadrati, e di nuova creazione saranno i 3070 metri quadri di aree operative e di servizio, l’area commerciale air-side per un totale di 250 metri quadri e il canale sanitario destinato ai voli sensibili.

Il taglio del nastro è stato effettuato stamattina dal presidente della Regione Gianni Chiodi, mentre Carla Mannetti, presidente del consiglio d’amministrazione della Saga ha illustrato i dettagli tecnici con il direttore dell’aeroporto Pietro Righi. Presenti anche i membri del Cda Saga, i sindaci di Pescara e San Giovanni Teatino, Mascia e Marinucci, e i consiglieri  regionali Morra e Di Donato, tutti concordi nell’esaltare l’operato della Saga e il bisogno di potenziare gli investimenti sullo scalo aeroportuale affinché si ripercuotano sugli sviluppo del sistema turistico ed economico dell’intera regione.aeroportotaglionastro

 

Daniele Galli


Ultima modifica: 30 ottobre 2017

In questo articolo