Pescara, un’area studio nel parco Di Cocco: wi-fi gratis e panchine per computer FOTO



Pescara. Un’area studio all’aperto nel parco Di Cocco: wi-fi libera e panchine per l’uso del computer nell’area verde vicina all’università.

E’ una delle principali novità contenuta nell’intervento manutenzione straordinaria dei parchi urbani del Comune di Pescara, varati dalla Giunta con una delibera approvata a fine anno. Si tratta di un intervento del valore complessivo di 140.000, che prevede la messa in sicurezza delle attrezzature ludiche presenti nei vari parchi, l’istallazione di nuovi giochi che arricchiscono ulteriormente la dotazione gia? presente, la realizzazione di aree di sgambettamento e del primo orto urbano cittadino in via di realizzazione in via Santina Campana.

Le novità più significative si registreranno in particolare all’interno del parco Florida, dove verrà realizzato un percorso vitae, composto da 9 stazioni con pannelli illustranti esercizi a corpo libero, una panca inclinata per addominali, una palestra per “avanzamento a penzoloni”, una doppia spalliera e una tripla asse di equilibrio.

La più interessante novità, però, riguarderà il Parco della Caserma Di Cocco, dove verrà realizzata una piccola “sala studio” all’aperto. Si tratta di un progetto sperimentale, che prevede la posa in opera di speciali panchine (in foto) che possono essere utilizzate sia come semplici sedute che come basi di appoggio per portatili, appunti e libri. A completare il quadro ci sarà presto anche una rete wifi libera per i frequentatori.

“I lavori cominceranno all’inizio della primavera, attualmente è in corso l’iter per l’affidamento – così l’assessore a Parchi e Verde Pubblico Laura Di Pietro – Il fine del progetto e? quello di garantire sicurezza e decoro, puntando ad un miglioramento funzionale e qualitativo delle aree, per renderle più fruibili e ospitali per gli utenti. Gli interventi fanno parte di un disegno articolato, volto a riqualificare e valorizzare ben 22 aree destinate a parchi urbani, questo attraverso interventi di manutenzione che consentano di esprimerne tutte le potenzialità. Gli interventi principali prevedono il completamento della messa a norma delle attrezzature ludiche presenti nei vari parchi, peraltro già ricompresa in un primo progetto del valore di 89.000 euro che prenderà il via entro una decina di giorni; l’installazione di nuovi arredi e giochi; la realizzazione di aree attrezzate per lo sgambettamento cani; e la realizzazione di orti urbani”.

In particolare i parchi interessati saranno: parco De Riseis, via Giacomo Puccini; Calipari, via Caduti di Nassirya; da Denominare 1, via di Sotto; dell’Amicizia, via Centorame; da Denominare 2, via Monte Faito incrocio via Valle di Rosa; Monsignor Iannucci, via Aterno; Collina, strada Colle Carullo; Florida, viale Regina Elena; Peter Pan, via Monte Foito; della Fantasia , via Monte Acquaviva; della Restituzione, via Monte Corvo; Federico Caffé, via Federico Caffe?; Montessori, via Francesco Verrotti; x Caserma Di Cocco, viale Pindaro; Rita Levi Montalcini, viale Marconi; dell’Accoglienza, via Pietro Nenni; Parco Falcone e Borsellino, via Falcone Borsellino; San Giuseppe, via Passolanciano; delle Mamme, via Tirino; Parco via Panaro; Orti Urbani, via Santina Campana; Parco della Speranza, via Lago di Capestrano.

Nello specifico saranno realizzate nuove aree di sgambettamento all’interno del parco Calipari, di quello dell’Amicizia, di quello da Denominare (fra via Monte Faito e via Valle di Rose), nel parco Monsignor Iannucci e nel parco della Speranza. Ognuna di queste aree sarà dotata di recinzione a norma di legge, panchine e contenitori per deiezioni canine.

Negli altri parchi molti interventi riguarderanno sostituzioni di attrezzature ed elementi di arredo usurati, il potenziamento delle giostrine, in parallelo con la loro messa in sicurezza e la fornitura di nuove fontanelle.

Infine per rendere più accogliente il parco di Villa De Riseis, saranno finalmente riqualificati i locali funzionali che si trovano adiacenti agli impianti sportivi.

Ultima modifica: 29 ottobre 2017

In questo articolo