Nuova Pescara, c’è un’accelerazione sull’iter



Importante accelerazione sull’iter di approvazione della norma attuativa della volontà referendaria di istituzione della Nuova Pescara, così come proposta nel disegno di legge del Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso.

A darne notizia sono il coordinatore della maggioranza Camillo D’Alessandro, che sta seguendo l’iter legislativo, e il presidente della commissione bilancio Maurizio Di Nicola.

Si è deciso – spiega D’Alessandro – di assumere come testo di riferimento quello proposto dalla maggioranza a firma D’Alfonso, così che i consigli comunali delle città oggetto di fusione (Pescara, Montesilvano e Spoltore) abbiano contezza della scelta della commissione per un auspicato confronto istituzionale in merito“.

Intanto – prosegue Di Nicola – l’iter in commissione va avanti e il provvedimento sarà portato in approvazione in aula consiliare in una seduta straordinaria dedicata monotematica“.

La maggioranza, con una forzatura del regolamento,  ha approvato il 206 come testo base della legge” commenta Riccardo Mercante primo firmatario della proposta sulla nuova Pescara del M5S “ma siamo comunque soddisfatti. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di approvare buone norme per questa Regione e la Nuova Pescara oltre ad essere una grande opportunità sarà una risorsa importante per il rilancio di tutta la regione“.

Il testo approvato nella sostanza è identico a quello da noi presentato il lontano 7 Ottobre 2014 tranne che per alcuni passi volti a procrastinare l’istituzione del nuovo comune, ma ormai i termini sono in scadenza e finalmente si vede la luce in fondo ad un tunnel che per troppo tempo ha oscurato la volontà di oltre il 60% dei cittadini coinvolti”, ha chiostro Mercante.

Ultima modifica: 14 gennaio 2018

In questo articolo