Pescara, Capodanno in piazza: “Occhio agli abusivi”



Pescara. Capodanno in piazza con Capossela, un ottimo risultato per gli esercenti commerciali del centro ma rimane l’allerta per gli abusivi.

“Ottimo risultato quello ottenuto dall’amministrazione comunale che, per la notte di Capodanno, è riuscita a portare a Pescara un artista del calibro di Vinicio Capossela, consentendo alla città di chiudere il 2017 e di brindare all’arrivo del nuovo anno con un evento in grande stile. Come ogni anno, e forse di più, si ripresenterà, però, il problema dell’abusivismo che crea non pochi danni all’economia cittadina. L’auspicio è che si riesca ad arginare il fenomeno”. A lanciare l’allerta sono il presidente di Confartigianato Pescara, Giancarlo Di Blasio, e quello della categoria Commercio dell’associazione, Massimiliano Pisani.

“La città – aggiungono – ha fatto un enorme investimento per aiutare l’economia locale in questa fase di crisi durissima e questo evento deve rappresentare un’occasione per cercare di rimpinguare le casse vuote dei commercianti pescaresi. Data la portata dell’evento, il rischio è che, più degli altri anni, la città si riempia di una miriade di venditori ambulanti senza alcuna autorizzazione che proporranno i più svariati prodotti alimentari, non solo generando un danno per l’economia cittadina, ma anche mettendo a rischio la salute dei consumatori”.

Confartigianato chiede quindi il “massimo impegno della Polizia municipale e delle forze dell’ordine, insieme ai diversi uffici competenti, affinché il fenomeno possa essere arginato. Serve massima sorveglianza delle strade – dicono i due presidenti – in modo da sostenere artigiani e commercianti nella delicatissima operazione di rilancio economico che, con grandi sforzi, tutti stiamo portando avanti”.

Ultima modifica: 13 gennaio 2018

In questo articolo