Montesilvano, ennesimo bivacco sgomberato: “Tolleranza zero”



Sgombero interforze questa mattina a Montesilvano: due pattuglie della Polizia Locale, coordinate dal tenente Nicolino Casale, insieme a 6 uomini della Guardia Costiera e 2 dei Carabinieri della Compagnia di Montesilvano, hanno effettuato un’operazione di sgombero nella spiaggia antistante via Firenze.

 

Due le tende accampate abusivamente rimosse, con l’ausilio della ditta Formula Ambiente, e 5 le persone individuate.

“Prosegue incessantemente la nostra azione volta al ripristino del decoro urbano e al contrasto al bivacco – afferma l’assessore alla Polizia Locale, Valter Cozzi – . Gli ultimi mesi sono stati connotati da costanti operazioni di sgombero nella riserva naturale di Santa Filomena che era stata occupata abusivamente. L’ultimo risale ad appena una settimana fa. Oggi l’attenzione si è concentrata nella spiaggia antistante la pineta”.

Non sarà stato un caso se, negli ultimi giorni, alcuni residenti avevano denunciato “odore di marijuana e di escrementi, sotterrati alla buona sotto la sabbia”.

“Il messaggio che vogliamo dare a queste persone è molto chiaro. Non possiamo tollerare che luoghi che i cittadini hanno il diritto di vivere in tranquillità diventino dormitori a cielo aperto. Proseguiremo con perseveranza fino a che non verranno scoraggiate altre occupazioni abusive. Siamo riusciti a liberare la pineta dai bivaccatori. Riusciremo anche ad impedire altre occupazioni sulla spiaggia”.

Ultima modifica: 13 marzo 2018

In questo articolo