Pescara, una nuova opera di Summa e una petizione per il ritorno de La Porta del Mare



Pescara. E’ Il Comitato Abruzzese del Paesaggio a promuovere il “ritorno” de La Porta del Mare di Franco Summa a 25 anni dalla sua realizzazione.

L’opera dell’artista pescarese, inizialmente temporanea, ancora oggi è rappresentativa nell’immaginario collettivo locale nonostante sia stata rimossa qualche mese dopo la sua installazione.

Ppromossa dall’Ente Manifestazioni Pescaresi, all’epoca presieduta da Carlo Lizza, realizzata in collaborazione con l’architetto Adina Riga e l’ingegnere Carlo Galimberti, fu realizzata in Piazza I° Maggio nel 1993 e venne patrocinata da artigiani, commercianti e imprese sull’idea di un monumento non retorico alla Pace.

L’Associazione, oggi, con una petizione chiede a tutti gli interessati di “firmare per restituire alla Città di Pescara una sua icona e, allo stesso tempo, un luogo della condivisione”.

CLICCA QUI PER LA PETIZIONE: https://www.change.org/p/comune-di-pescara-la-porta-del-mare-petizione-per-un-possibile-ritorno-dopo-25-anni

Intanto, una nuova opera di Summa, Il Giardino Incantato, è stata recentemente inaugurata nei pressi del tribunale, ai piedi del cantiere del complesso residenziale Opera.

foto: Pierpaolo Di Brigida

Ultima modifica: 16 luglio 2018

In questo articolo