Pescara, il primo disco del Colibrì Ensemble in uscita mondiale



Pescara. Decolla il progetto discografico del Colibrì Ensemble, l’Orchestra da camera di Pescara che ha inciso il suo primo disco, in uscita mondiale.

Oggi l’uscita in Italia, nei prossimi giorni toccherà alla Francia e al resto d’Europa, poi all’America: un progetto di diffusione e risonanza internazionale, con la prestigiosa partecipazione di Alexander Lonquich, noto pianista e direttore.

“Il Colibrì Ensemble è un progetto straordinario, che spero possa continuare a crescere”, dichiara Lonquich.

Il sodalizio con il pianista costruito in questi ultimi anni viene coronato da un disco incentrato sui legami sconosciuti tra due compositori romantici, Schumann e Burgmüller.

“Siamo in un momento importante e al tempo stesso emozionante per l’orchestra”, afferma Andrea Gallo, direttore artistico e fondatore del Colibrì Ensemble.

“Basta uno sguardo alla copertina del disco per capire che il Colibrì vuole portare sempre con sé le proprie origini e la propria città. Il mare sullo sfondo, i musicisti in frac sulla spiaggia: oltre l’orizzonte c’è libertà di spirito, rivoluzione nelle idee, senza timore dell’abito che si indossa”.

“Non credo sia necessario per forza suonare con i jeans strappati per rendere rivoluzionaria un’orchestra o un genere musicale”, afferma Gallo. “Per ‘svecchiarsi’ non basta e non è affatto necessario togliersi la cravatta o il papillon. È vero che viviamo in un’epoca in cui l’immagine conta, ma la rivoluzione sta nelle idee, nel lavoro che si porta avanti”.

Il disco esce per Odradek Records, giovane etichetta americana nata nel 2012 e gestita interamente da musicisti di qualità internazionale.

Ultima modifica: 18 maggio 2018

In questo articolo