Aeroporto, assemblea Saga approva bilancio 2016. Ma cala traffico



Pescara. L’assemblea degli azionisti della Saga, società che gestisce l’aeroporto d’Abruzzo, ha approvato il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2016, con un utile netto di 252.804 euro. “L’anno appena trascorso – sottolinea la società – ha visto il completamento dell’opera di ripianamento della posizione debitoria della società iniziata nel corso dell’anno precedente e completata ad inizio dell’anno corrente”.

Il bilancio 2016, secondo Saga, si è chiuso “nuovamente con un risultato positivo: la gestione ordinaria non ha assorbito nuove risorse finanziare ma, anzi, ha ulteriormente contribuito, insieme all’aumento di capitale versato nel corso del 2015, a ridurre sensibilmente le voci di debito presenti nei bilanci precedenti. In particolare, i debiti derivanti dalle addizionali comunali da incassare dai vettori aerei sono scesi da 5.775.870 euro a 1.293.997 euro, così come si sono ridotti i debiti verso i fornitori, che sono passati da 12.574.210 euro a 3.561.732 euro”.

La società ricorda, inoltre, che “il 2016 è stato anche caratterizzato da importanti eventi commerciali, di cui il più importante è stato il rinnovo della base di Ryanair. Il volume di traffico dell’Aeroporto d’Abruzzo nell’anno 2016 ha evidenziato un decremento rispetto all’anno precedente sviluppando un volume di 572.217 passeggeri rispetto ai 613.427  dell’esercizio precedente. I principali fattori che hanno influenzato il contenimento del traffico sono da ricondurre ai gravi attentati terroristici verificatesi a Parigi e Bruxelles, che si sono riflessi sulle nostre principali rotte verso il Nord Europa, la cancellazione da parte di Alitalia dei collegamenti con Roma Fiumicino, l’incertezza per alcune destinazioni previste con la base di Ryanair, che sono state cancellate dai sistemi di vendita per circa quattro mesi. Inoltre, il fattore più rilevante è stata la chiusura per 10 giorni del traffico aereo sull’aeroporto nel mese di novembre a causa dei lavori di rifacimento del manto della pista”.

Per quanto riguarda l’anno in corso, “torna a crescere il traffico sullo scalo abruzzese che ha registrato, nel periodo gennaio – aprile 2017, una crescita del 2,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con una inversione di tendenza rispetto alla dinamica complessiva del 2016, in linea con le previsioni di traffico da budget”.

Ultima modifica: 27 ottobre 2017

In questo articolo