Nuova Pescara, è iniziato l’iter per la fusione



E’ iniziato oggi in Commissione Statuto, presieduta da Pierpaolo Zuccarini, l’iter per la fusione dei tre comuni – Pescara, Montesilvano e Spoltore – che daranno vita al comune Nuova Pescara.

Hanno preso parte ai lavori il sindaco Marco Alessandrini, il direttore generale Pierluigi Caputi, il direttore del Dipartimento Amministrativo Guido Dezio.

“Con la seduta di oggi è cominciato l’iter che porterà al parere del Consiglio Comunale sulla fusione dei tre Comuni di Pescara, Montesilvano e Spoltore richiesta dal referendum – riferisce il presidente della Commissione Statuto Pierpaolo Zuccarini – I lavori hanno dato spazio ad un confronto costruttivo sui tempi, a cui hanno contribuito sia maggioranza che opposizione. Grazie all’illustrazione del sindaco e alla presenza dei tecnici, si è potuto andare a fondo agli aspetti che investono i servizi alla comunità in merito alla fusione, perché il cammino deciso sia a chiaro e vantaggio di tutti, senza ritardi sulle diverse e complesse procedure da avviare. Siamo convinti che questo modo di agire sia già una risposta operativa a ciò che la stessa comunità ha espresso attraverso la consultazione”.

Mentre in Commissione si decidono le pratiche d’avvio alla fusione, è nato un Comitato per la rilettura di tale progetto. A dirigere il gruppo è Licio Di Biase, in testa ad altre sette persone.

Il “Comitato per la rilettura del Progetto di fusione tra Pescara, Montesilvano e Spoltore”, questo è il nome, si è costituito “alla luce del Referendum consultivo finalizzato alla fusione tra Pescara, Spoltore e Montesilvano,  rilevando che la fusione tra Comuni appare tuttavia una soluzione parziale nei confronti della ben più complessa e da tempo richiamata questione della costituzione di un’Area Metropolitana; esprimendo preoccupazione per le ripercussioni di carattere politico, economico, sociale, identitario che tale scelta, se non attentamente meditata, inevitabilmente comporterebbe, sottolineando come essa meriti comunque dibattiti e approfondimenti su dati certi”.

 

Ultima modifica: 13 gennaio 2018

In questo articolo