Pescara, M5S su Bilancio di previsione 2018. Tutti gli impegni chiesti alla Giunta



Diversi e ben precisi sono gli impegni che il gruppo consiliare M5S ha chiesto alla maggioranza pescarese sul bilancio di previsione 2018 presto discusso in aula consiliare.

«La Giunta ci ha chiesto di poter verificare in modo preventivo quali sarebbero stati i punti centrali di interesse da parte del M5s rispetto agli stanziamenti di bilancio» commentano le consigliere Erika Alessandrini ed Enrica Sabatini «ed abbiamo intrapreso azioni volte alla massima efficacia e collaborazione.»

Quali sono gli impegni richiesti?

  • La previsione di stanziamenti per gli strumenti e le azioni a favore delle persone con disabilità proposte dal M5s nel corso degli ultimi anni. “Somme adeguate, finalmente, alla predisposizione del Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) e per la traduzione LIS dei Consigli comunali per la comunità delle persone con disabilità uditiva”, commentano le consigliere;
  • La realizzazione repentina e duratura di quanto richiesto in merito alle azioni sulla Sicurezza scolastica: l’ultimazione delle verifiche di vulnerabilità sismica, la programmazione degli interventi di manutenzione straordinaria relativi all’adeguamento sismico e l’istituzione di un “Tavolo sulla sicurezza scolastica” delle scuole cittadine, come strumento di partecipazione, informazione, condivisione e monitoraggio tra rappresentanti dell’amministrazione comunale, i Dirigenti scolastici e i rappresentanti dei genitori, che si riunisca a cadenza mensile, per aggiornare le parti coinvolte sull’andamento delle fasi di verifica delle vulnerabilità e del rischio sismico degli edifici, sullo stato dei finanziamenti, della progettazione e sull’avanzamento dei lavori di adeguamento del patrimonio edilizio scolastico;
  • Nuovi fondi dedicati alle azioni di prevenzione, sensibilizzazione, contrasto alle ludopatie;
  • Lo stanziamento di somme per un’azione mirata alla stesura di un Piano per le piantumazioni orientato ad organizzare concretamente un programma con cui prevedere nuove alberature stradali in zone cittadine in cui oggi sono presenti “solo asfalto e lamiere di auto parcheggiate. Un piano volto a garantire un aumento del patrimonio arboreo comunale, un miglioramento della qualità dell’aria grazie all’importante azione anti-inquinamento delle piante ed il miglioramento del decoro urbano e delle ombreggiature, specie durante la stagione estiva”, dicono Alessandrini e Sabatini;
  • La previsione di somme orientate all’attuazione delle azioni di partecipazione diretta della cittadinanza, volute fortemente dal M5s, come il bilancio partecipativo, l’istituzione del “Question Time del Cittadino”, l’ampliamento delle misure di trasparenza e monitoraggio dell’attività amministrativa, delle azioni anticorruzione.

Ultima modifica: 13 gennaio 2018

In questo articolo