Entro febbraio le prime casette dell’acqua a Roseto



Roseto. E’ in corso, in questi giorni, la campagna d’informazione sulla prossima installazione delle “case dell’acqua” che saranno posizionate dalla ditta “Acquaditalia” sull’intero territorio rosetano. In questa prima fase, delle 9 postazioni previste dal progetto, verranno messe in funzione le prime 4 già dal prossimo mese di febbraio: una in piazza Marco Polo, zona Roseto sud; una in piazza della Repubblica, zona Roseto centro; una in piazza Redipuglia a Cologna Spiaggia; una a piazza Aldo Moro a Campo a Mare. L’acqua avrà un costo di euro 0.045 al litro.

Nel frattempo la ditta incaricata sta lavorando per coinvolgere le attività commerciali nel progetto, con l’obiettivo di creare un capillare circuito di esercenti locali che incentivino questa iniziativa regalando acqua ad ogni acquisto fatto dal cittadino. La distribuzione delle tessere già caricate con un numero prestabilito di litri verrà effettuata presso gli uffici comunali.

“Siamo soddisfatti dell’imminente partenza di questo progetto ed auspico che possa crescere il numero delle frazioni servite dalle “case dell’acqua” sul territorio comunale – dichiara il Sindaco Enio Pavone – questo è l’ennesimo risultato positivo raggiunto da questa Amministrazione che, in barba alle inutili e sterili polemiche, preferisce ancora una volta i fatti alle chiacchiere”.

“Si tratta di una importante iniziativa che coniuga un notevole risparmio per le famiglie che consumano abitualmente acqua minerale, favorisce l’abbattimento nella produzione di rifiuti come le bottiglie di plastica e coinvolge, nel progetto, i commercianti della nostra città”, sottolinea l’Assessore all’Ambiente, Fabrizio Fornaciari, che rassicura che non saranno chiuse le fontanelle pubbliche già presenti sul territorio comunale.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo