Giulianova, bancarotta: arrestato ex campione di moto



di_giacintoGiulianova. Con l’accusa di bancarotta fraudolenta e reati tributari sono stati arrestati, questa mattina, dalla Guardia di Finanza Erasmo Di Giacinto, la figlia e l’ex convivente. Di Giacinto, ex campione di moto, è un noto rivenditore di due ruote di Giulianova. In manette anche l’ex convivente, Ivana Nazionale, e la figlia Emanuela Di Giacinto. Le indagini, condotte dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Teramo, hanno interessato altre 8 persone che sono state denunciate a piede libero per varie ipotesi di reato e collegate agli arrestati ed alla concessionaria di motocicli da questi gestita, con sedi a Giulianova e Martinsicuro.
I reati contestati vanno dall’associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale continuata, alla truffa aggravata e continuata, alla ricettazione, al reato di omessa dichiarazione fiscale, all’insolvenza fraudolenta, alla dichiarazione infedele e ad altri illeciti di natura valutaria. Tutti gli undici indagati sono accusati di aver costituito, attraverso le imprese da loro amministrate e poi fallite in un ristrettissimo lasso temporale compreso tra il 2007 e il 2008. Sotto il profilo fallimentare, sono state accertate distrazioni patrimoniali per un importo complessivo superiore ai 13 milioni di euro.
Nel corso delle indagini le Fiamme Gialle apprendevano che uno dei tre arrestati disponeva di uno Yacht, ormeggiato al porto di Spalato, in Croazia, che da successivi accertamenti è risultato essere stato sottratto ad una società di leasing del nord Italia, senza pagamento delle rate pattuite, per poi essere nuovamente immatricolato presso la Capitaneria di Porto di Giulianova.

 

Ultima modifica: 29 ottobre 2017

In questo articolo