Teramo, “Irregolare il 50% degli autolavaggi controllati”



Tempo di bilanci questa mattina per l’assessore provinciale Massimo Vagnoni ed il comandante della polizia provinciale Giuseppe Fabio Di Vincenzo.

In collaborazione con le Guardie Ecologiche Volontarie, corpo che dipende proprio dalla Polizia Provinciale, oltre alla consueta attività di vigilanza ambientale, sono stati anche operati controlli su tutto il territorio provinciale su autolavaggi.

Su 34 controlli, 19 sono risultati irregolari in materia di scarichi o autorizzazione unica ambientale.

Solo su Teramo, sono quattro gli autolavaggi ad essere stati sanzionati. Per l’anno in corso obiettivo sarà soprattutto quello di vigilare sulle aste fluviali, partendo dal torrente Vibrata. “I cittadini sono molto più attenti, non hanno paura a farci nome e cognome di presunti soggetti che operano in violazione – ha detto il comandante – Noi però operiamo anche con attività autonoma”. In tal senso si attende il via libera dalla Regione per un nuovo corso di formazione per individuare “rinforzi” per le Gev.

“Il vero problema è che non esistono in alcune zone impianti di depurazione – ha concluso – E non parlo solo del caso di Martinsicuro, ma ci sono diversi altri esempi. Sta alle amministrazioni correre ai ripari”.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo