Nereto, opificio sotto sequestro per reati ambientali



Un opificio gestito da cinesi è stato chiuso nelle scorse ore dalla polizia provinciale per reati ambientali.

La fabbrica si trova a Nereto. I controlli hanno riscontrato un errato smaltimento dei rifiuti solidi ed emissioni non conformi nell’atmosfera.

La polizia provinciale ha così messo i sigilli che rimarranno in attesa della convalida. Il titolare è stato denunciato.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo