Alba Adriatica, omicidio Di Clemente: sconto di pena per Marsilii



Alba Adriatica. Ridotta in appello la condanna per Andrea Marsilii, il 46 enne di Alba Adriatica uccise (il 12 aprile del 2013) il giardiniere Gabriele Di Clemente.

 

 

 

 

 

La corte d’Appello de L’Aquila, infatti, ha parzialmente rimodulato la condanna di primo grado: da 20 a 14 anni.

In appello, infatti, è stata stabilita l’equivalenza tra le attenuanti generiche e l’aggravante della recidiva, che al contrario nel processo di prima grado era stata ritenuta prevalente.

 

 

L’episodio di sangue si verificò nell’aprile di tre anni fa, quando i due (Marsilii e Di Clemente, in casa di quest’ultimo) rimasero soli. Poi per una discussione, alimentata da qualche bicchiere di troppo, e il raptus di Marsilii che uccise l’anziano con un serie di fendenti, tra i quali quello fatale alla gola.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo