Teramo, le donne del ’46 protagoniste di un concorso fotografico del comitato Snoq



locandina_snoq_def-data-postUn’iniziativa per raccontare con le immagini, o anche con un testo, le protagoniste della prima elezione italiana che ha visto tra gli elettori anche le donne. Il comitato “SeNonOraQuando?” (Snoq) di Teramo ha bandito un concorso fotografico dal titolo “Volti del ’46”, per celebrare il 70° anniversario del riconoscimento del diritto di voto alle donne in Italia.

Realizzato in collaborazione con l’Archivio di Stato di Teramo, il concorso è rivolto ai giovani dai 14 ai 24 anni (studenti delle scuole medie inferiori e superiori, studenti universitari teramani). I partecipanti dovranno scattare e presentare la fotografia di una donna che abbia votato nel primo suffragio universale e un testo o un’intervista a testimoni diretti o indiretti di quell’importante evento.

Per partecipare al concorso è necessario iscriversi entro il 20 gennaio prossimo, riempiendo un modulo, scaricabile insieme al regolamento dal profilo Facebook Snoq Teramo e inviare la richiesta all’indirizzo email: snoqteramo@gmail.com. I lavori dovranno essere poi essere consegnati dal 20 al 30 gennaio 2017 nella sede dell’Archivio di Stato di Teramo, in via Cesare Battisti 55 (aperta dal lunedì al venerdì fino alle 15).

La giuria del concorso fotografico sarĂ  presieduta da Caterina Gerardi, fotografa, scrittrice e regista, e sarĂ  composta da: Piero Angelini, fotografo; Catia D’Annunzio, ricercatrice Archivio di Stato Teramo; Paolo di Giosia, fotografo; Gabriella Fabbri, pittrice; Francesca Fausta Gallo, docente UniversitĂ  di Teramo; Martina Lolli, curatrice d’arte; Massimo Pacifico, fotografo.

Il concorso è parte integrante di un progetto didattico ed educativo che il comitato Snoq di Teramo ha avviato in alcune scuole di Teramo, dal titolo “Donne in movimento: dalla conquista dei diritti alla conquista della libertĂ ”. All’iniziativa hanno aderito finora l’istituto liceale “Milli”, il liceo classico “Dèlfico”, l’istituto alberghiero “Di Poppa”, il liceo scientifico “Einstein”.

Gli interventi nelle scuole, con la visione di film, video, documentari e slide sul percorso delle donne per giungere al riconoscimento del diritto al voto, e il concorso fotografico contribuiscono a diffondere conoscenze sulla condizione della donna tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, a riflettere e discutere sui temi di parità di genere, a raccogliere materiale sui testimoni del voto del 1946 e a sensibilizzare le giovani generazioni sulle tematiche inerenti la condizione della donna nell’epoca attuale.

Ultima modifica: 30 ottobre 2017

In questo articolo