Carenza idrica nel teramano: ancora disagi ma la situazione va migliorando



Proseguono i disagi nella provincia di Teramo per quanto concerne la normale erogazione dell’acqua potabile per via degli effetti prodotto dall’ondata di maltempo nei giorni scorsi.

 

In serata la Ruzzo Reti ha comunicato la temporanea chiusura dei serbatoi della zona di Campli (Campli centro, quartiere Castelnuovo, via dei Cappuccini, Nocella; Campovalano). Serbatoi che sono stati chiusi alle 20 e fino alle ore 6.30 di giovedì 12 gennaio.

 

Stesso problema anche a Notaresco dove sono stati chiusi alcuni serbatoi.

Nel frattempo, questa mattina in prefettura il vice-presidente della Ruzzo Reti, Alfredo Grotta, ha incontrato e rassicurato i sindaci relativamente alla carenza idrica che ancora si fa sentire in diverse zone del territorio (oggi abbiamo ricevuto le segnalazioni da Cologna Paese e Canzano).

 

 

L’azienda idrica, infatti, conta entro la notte di risolvere del tutto o comunque di arginare in maniera definitiva le varie problematiche emerse in tema di contatori rotti, dispersioni di acqua e rotture. La società ribadisce che utilizzare l’acqua con parsimonia e di verificare, per i proprietari di case disabitate, l’integrità dell’impianto idrico e del contatore, e di chiudere, in caso di rottura, il rubinetto a monte.

Ultima modifica: 30 ottobre 2017

In questo articolo