Teramo, visita del Sottosegretario Borletti Buitoni: dai danni del terremoto alle biblioteche



Teramo. Pur con tempi precisamente contingentati dalla fitta agenda dell’ospite illustre, l’odierna visita del Sottosegretario ai Beni e alle Attività Culturali Ilaria Borletti Buitoni a Teramo è servita a fare il punto su numerose esigenze del territorio, ed è stata accolta con affetto dalle istituzioni e dai cittadini del capoluogo.

Come da programma, le attività sono iniziate poco dopo le undici con la visita al Duomo di Teramo. Padrone di casa il Vescovo di Teramo-Atri Michele Seccia, che oltre a sfoggiare le bellezze artistiche conservate nella cattedrale ha relazionato sui danni patiti in occasione dell’ondata sismica del 2016-2017.

In seguito, il Sottosegretario ha visitato il vicino Teatro Romano, luogo caro alla cittadinanza teramana e a Marco Pannella. Il Sindaco della città Maurizio Brucchi ha illustrato il piano di riqualificazione dell’area, e anche gli attivisti dell’associazione “Teramo Nostra” Piero Chiarini e Sandro Melarangelo hanno avuto modo di dire la loro.

Il cuore della giornata è stato però l’incontro alla Biblioteca “Melchiorre Delfico”. Dopo una breve presentazione del libro ‘Il genio dei luoghi. Le vie di sorella povertà’, scritto da Maria Luisa Giangiulio e Laura De Berardinis sull’esperienza della Onlus “I bambini di Betania”, il Consigliere Regionale Luciano Monticelli, titolare della delega alla Cultura, ha illustrato il piano di ristrutturazione del Sistema Bibliotecario Regionale dopo la presa in carico delle quattro biblioteche ex Provinciali, avvenuta lo scorso primo gennaio.

Gli aspetti tecnici sono stati approfonditi da Francesco Tentarelli, Dirigente del Servizio Beni e Attività Culturali della Regione Abruzzo, che ha relazionato a lungo anche sulle possibilità offerte al sistema di tutela dei beni culturali dall’art bonus, il sistema di incentivi fiscali introdotto nel 2014 dal Ministro Dario Franceschini che garantisce un credito d’imposta del 65% per chi decide di sostenere il patrimonio culturale italiano con una propria erogazione liberale.

In coda all’incontro, infine, nella sala di rappresentanza della Biblioteca si è svolta una riunione tecnica sulla valorizzazione del patrimonio culturale della Città di Castelli. Il Sindaco Rinaldo Seca ha lamentato il declino della tradizione artigianale, internazionalizzata già nel XVII secolo ma ora sulla via dell’inaridimento, e il progressivo spopolamento del paese, anche a seguito dei terremoti del 2009 e del 2017.

Il Presidente della Provincia di Teramo Renzo Di Sabatino, dal canto suo, ha concentrato i suoi interventi sulla necessità di tenere aperto e in piena efficienza il Liceo Artistico “F.A. Grue”, essenziale non solo per il ricambio generazionale della tradizione ceramica castellana, ma anche per conservare intensa la vita quotidiana del piccolo centro.

Nel corso dei propri interventi, il Sottosegretario Ilaria Borletti Buitoni si è complimentata con la Regione per il piano di rilancio delle Biblioteche, che ha colto l’occasione del trasferimento di competenze deciso dalla Legge Delrio per mettere a sistema l’intero sistema bibliotecario regionale. Inoltre, ha preso precisi impegni per dare impulso all’art bonus anche sul patrimonio culturale abruzzese e per verificare modalità di sostegno all’intera comunità di Castelli, d’accordo con il Ministro Franceschini.

Il Sottosegretario Borletti Buitoni ha inoltre ricevuto una lettera personale del Consigliere Monticelli sul Duomo di Atri, chiuso al culto e alle visite turistiche dal terremoto del 24 agosto, dove i danni causati dallo sciame sismico sembrano aver messo in serio pericolo anche gli affreschi rinascimentali di Andrea De Litio, unanimemente considerati il capolavoro del rinascimento pittorico abruzzese.

Ultima modifica: 26 ottobre 2017

In questo articolo