Alba Adriatica, commercio abusivo: sulla riviera piove ma il blitz scatta alla stazione FOTO



Il blitz sulla spiaggia viene dirottato, vista la giornata di pioggia, nella zona della stazione ferroviaria. Scalo utilizzato dai venditori abusivi per raggiungere il litorale.

 

L’operazione produce il sequestro di più di 150 articoli contraffatti e l’accompagnamento in questura di 5 clandestini.

Anche nelle giornate, sul piano meteo meno propizie, proseguono le attività di contrasto al commercio abusivo sul litorale di Alba Adriatica.

 

Nella giornata di ieri, l’operazione interforze (agenti della questura di Teramo diretti dal sovrintendente Alessandro Rossi, polizia locale e guardia di finanza), ha consentito di identificare 12 cittadini extracomunitari, in procinto di dirigersi verso la spiaggia.

Per 5 di loro si è reso necessario poi il trasferimento in questura a Teramo, per ulteriori accertamenti sulla loro identità. Nel corso delle verifiche, sono stati sequestrati 3 borsoni di merce contenenti oltre 150 articoli tra borse ed altri materiali, in parte con marchi di importanti griffe, ovviamente contraffatti.

Inoltre è stata denunciata una persona e sottoposta a sequestro una vettura.

 

” Sono decisamente soddisfatta dell’ennesima operazione”, sottolinea il sindaco di Alba Adriatica, Tonia Piccioni, ” e colgo l’occasione per ringraziare le forze dell’ordine che hanno preso parte al blitz. Sono convinta che il loro costante impegno, sul territorio di Alba, proseguirà anche per il futuro. Un futuro all’insegna della lotta alle illegalità”.

Ultima modifica: 25 ottobre 2017

In questo articolo