Giulanova, asilo nido: approvato il progetto per adeguamento sismico



E’ stata approvato dalla giunta comunale di Giulianova, oggi, 12 ottobre, il progetto esecutivo riguardante l’adeguamento sismico dell’asilo nido “Le Coccinelle”.

 

“I lavori, su un importo complessivo di 405.000 euro derivanti da un finanziamento regionale”, dichiarano il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore ai Lavori pubblici Gian Luigi Core, “consentiranno di innalzare ad un livello altissimo, cioè 1, il coefficiente di resistenza sismica dell’edificio in cui ha sede l’asilo, garantendo pertanto la massima sicurezza di bambini, insegnanti e personale in servizio. Il relativo progetto verrĂ  quindi affidato alla Stazione unica appaltante, che come noto non fa capo al Comune, per le conseguenti procedure consistenti nella pubblicazione del relativo avviso e, quindi, nell’individuazione della ditta cui verrĂ  affidato l’appalto.

 

Proprio in riferimento ai lavori che andranno ad interessare la struttura, e con l’obiettivo di dare continuitĂ  al servizio evitando a bambini e famiglie cambiamenti nel corso dell’anno scolastico, si è reso necessario accorpare temporaneamente “Le Coccinelle” all’asilo nido “Arcobaleno”. Per cui lo scorso 27 luglio il dirigente Donato Simeone ha disposto un’unica graduatoria che prevede l’inserimento di 40 bambini. Siamo consapevoli – prosegue Mastromauro e Core – che questa misura non ha mancato di creare qualche difficoltĂ  alle famiglie, ma crediamo sia comunque accettabile considerando il grado altissimo di sicurezza che sarĂ  raggiunto una volta terminati i lavori.

 

Rimane il dato obiettivo ed inoppugnabile dell’impegno che questa amministrazione sta portando avanti dal 2009, con costanza e serietĂ , a favore della messa in sicurezza delle strutture scolastiche di sua competenza. Un impegno peraltro riconosciutoci da quanti sono consapevoli che in altre localitĂ  anche vicine solo di recente stanno ancora procedendo, e non senza difficoltĂ , alle sole operazioni di verifica sismica degli edifici scolastici”.

 

 

Ultima modifica: 14 gennaio 2018

In questo articolo