Viabilità, l’Anas si riprede due strade: la Sp 553 e la Sp 259



L’Anas si riprende la 553 (Notaresco-Atri-Silvi) e la 259 (Vibrata). Un risultato significativo “anche se non completamente soddisfacente” per Renzo Di Sabatino dopo che nella prima stesura della riclassificazione delle strade provinciali il territorio teramano non figurava affatto.

La comunicazione è stata ufficializzata nel corso della riunione che si è tenuta nel tardo pomeriggio a Roma, al Ministero delle Infrastrutture, alla presenza del presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso e dei dirigenti Anas.

“Circa 60 chilometri di strade che non peseranno più sul bilancio della Provincia – specifica Di Sabatino –  la 553, in particolare, per noi rappresenta da tempo una voce di spesa molto significativa non solo per i 41 chilometri di manutenzione ma perché si tratta di una strada di versante che attraversa colline con problemi di dissesto. Una strada che ha bisogno di interventi importanti. Sono rammaricato per la 365, la provinciale che attraversa buona parte della vallata del Fino, che pure avevamo indicato nelle priorità”. In un prossimo futuro, alla Provincia, sarà assegnato un tratto declassificato della statale 80: da Teramo a Mosciano.

Nel corso dell’incontro D’Alfonso ha tenuto a rilevare come altre due strade entro il 2018 debbano essere trasferite ad Anas: per prima la Villalago-Scanno-Barrea, quindi la Fossacesia-Lanciano.

Ultima modifica: 14 gennaio 2018

In questo articolo