Teramo, il drone “vola” a scuola: l’iniziativa FOTO



Leonardo da Vinci intorno al 1500 è stato tra i primi studiosi a progettare macchine volanti efficaci, ispirandosi al volo degli uccelli e delle libellule, come testimoniano le svariate raffigurazioni che compaiono in un centinaio di fogli del Codice Atlantico.

 

Sulle sue ricerche e sulle sue intuizioni si fonda buona parte dell’aviazione moderna, tra cui anche gli aeromobili a pilotaggio remoto (A.P.R.), i cosiddetti droni. I primi rudimentali A.P.R. furono sperimentati a scopo bellico in Italia nel 1849, fu tuttavia il periodo compreso tra le due guerre mondiali a segnare un grande progresso nell’impiego a scopo militare di aeromobili senza pilota radiocomandati, tanto che durante il secondo conflitto mondiale ne circolarono complessivamente dodicimila. I droni quindi non rappresentano certamente un’invenzione dei nostri tempi, sebbene l’aspetto e le modalità di volo abbiano subito negli ultimi decenni una notevole evoluzione.

 

Quello che è cambiato e giustifica l’enorme diffusione degli A.P.R. negli ultimi anni è la consapevolezza della loro straordinaria versatilità nell’impiego per i più svariati scopi civili, con risultati di notevole precisione e considerevole abbattimento dei costi. Di questi nuovi molteplici usi dei droni in campo civile si è parlato durante il seminario su “Progettazione e pilotaggio dei droni” svoltosi a Teramo il 18 novembre 2017 presso l’Auditorium dell’ I.T.T. ” Alessandrini”. Protagonista dell’appuntamento è stato Massimo Biancone, giovane imprenditore, amministratore delegato della EADRONE SRL, giovane startup innovativa aquilana, che rappresenta una delle prime realtà che progetta, sviluppa, realizza ed assembla droni in Italia. All’incontro hanno partecipato il Dirigente Scolastico dell’I.I.S. “Alessandrini – Marino” prof.ssa Stefania Nardini, il Presidente della Camera di Commercio di Teramo, Gloriano Lanciotti, l’assessore del Comune di Teramo, Mirella Marchese Maurizio Verna per la Provincia di Teramo e poi rappresentanti dei Vigili del Fuoco, dell’Ordine professionale degli Ingegneri e del Collegio dei periti industriali, oltre che studenti e  docenti di numerose classi.

 

L’entusiasmo con cui Massimo Biancone si è soffermato su questa nuova avventura imprenditoriale che interessa una gamma quanto mai disparata di campi d’azione e sta aprendo la strada ad una vasta serie di collaborazioni, ha coinvolto profondamente il pubblico di docenti e studenti che ha seguito con vivo interesse ed attenzione tutti i lavori del seminario. In particolare dopo i saluti istituzionali vi è stata una presentazione generale del mondo dei droni fin dalle loro origini, quindi ci si è soffermati sulla normativa ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) che regola l’utilizzo dei sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (SAPR) utilizzati in attività specializzate di tipo scientifico, di sperimentazione e di ricerca. Successivamente sono stati fatti una serie di esempi pratici sull’impiego dei droni corredati di fotocamere e di termocamere in attività di studio, monitoraggio e telerilevamento attraverso i recenti utilizzi degli aeromobili della EADRONE.  Le potenzialità di impiego che sono state presentate sono veramente immense, dal soccorso delle persone, come nel caso del terremoto che ha colpito la città di Amatrice del 2016, al ritrovamento di bestiame disperso in montagna, dalle ispezioni dei piloni delle autostrade, al monitoraggio della rete di cavi dell’ ENEL in zone di montagna, dall’individuazione di discariche abusive, come è avvenuto a Celano, al monitoraggio delle colture agricole nell’ambito della moderna agricoltura di precisione.

 

In tutti i casi, il rilevamento tramite i droni risulta molto preciso, notevolmente veloce in termini di tempo e decismente conveniente in termini di costi rispetto alle mteodologie di indagine e di controllo tradizionali, aspetti questi che spiegano l’attenzione del mondo della scuola, delle aziende e dei professionisti verso questi straordinari apparecchi volanti. Questo incontro rappresenta il punto di partenza di uno specifico percorso di formazione sui droni che coinvolgerà gli studenti delle classi quarte dell’I.I.S.”Alessandrini-Marino” e consentirà loro di conseguire l’attestato ENAC di competenza nel pilotaggio degli A.P.R.

 

Ultima modifica: 13 gennaio 2018

In questo articolo