Teramo, il 2017 anno del salto di qualità per Adiconsum



Per l’Adiconsum di Teramo il 2017 ha rappresentato l’anno del definitivo salto di qualità sia sotto il profilo dell’incremento del numero di tesserati che dell’attività svolta, sempre diretta a tutelare i cittadini-consumatori. L’anno che sta per terminare è stato portatore di una serie di eventi naturali che hanno messo a dura prova tutto il territorio provinciale, ma l’Adiconsum ha operato con efficacia e concretezza, avendo come unico obiettivo l’eliminazione dei disagi e la risoluzione delle problematiche dei cittadini.

“Posso dire – afferma il presidente dell’Adiconsum Teramo Giuseppe Iodice – che il 2017 è stato un anno positivo per l’Adiconsum ma molto difficile per il nostro territorio, colpito da calamità i cui effetti nefasti si fanno ancora sentire. Come Adiconsum Teramo abbiamo registrato una crescita di iscritti e siamo arrivati a 400 tesserati, il risultato migliore da quanto sono stato nominato Presidente. Il territorio, soprattutto nell’ interno, è stato funestato da avversità climatiche e naturali; importante è stato il lavoro svolto dai nostri avvocati, che hanno operato con tempestività e hanno profuso notevole impegno. Visto che si parla di aree interne, mi preme sottolineare l’attività del legale competente per la Vallata del Fino, l’Avv. Vincenzo Luca Salini (nella foto), il quale si è messo a disposizione con cortesia e costanza, conseguendo ottimi risultati per aiutare a risolvere le criticità e i disagi dei cittadini del territorio nonché per dirimere i casi più complicati. Mi riferisco soprattutto alle vicende legate alle pratiche, risolte con celerità e quasi tutte positivamente, per la mancata erogazione di energia elettrica e per la sospensione del servizio telefonico in una zona fortemente flagellata dalle calamità naturali”.

“In generale – conclude Iodice – sono molto soddisfatto del bilancio relativo all’anno 2017 e ringrazio tutti gli operatori e i collaboratori dell’associazione dei consumatori che mi onoro di presiedere a livello provinciale, con l’augurio che la stagione invernale in corso sia clemente e non provochi disagi e criticità”.

Ultima modifica: 13 gennaio 2018

In questo articolo