Roseto, via libera al regolamento comunale degli impianti sportivi



Roseto. L’ultimo consiglio comunale dell’anno ha dato il via libera al nuovo regolamento degli impianti sportivi. Argomento importante che permetterà a Roseto di caratterizzare ulteriormente la propria immagine di città dello sport.

Il consiglio comunale ha approvato infatti la definizione della rilevanza economica e la modifica al regolamento di utilizzo degli impianti sportivi comunali. Il regolamento è stato così adeguato alle normative esistenti, migliorandolo in alcuni aspetti tecnici. Entrambe le delibere, ma soprattutto quello della rilevanza economica, sono un passaggio importante, atteso dalle società sportive, per emettere i bandi per la gestione delle strutture.

Sono stati definiti a rilevanza economica: il Palasport, la piscina comunale; i campi da tennis; il Pala beach; campo di Fonte dell’Olmo; campo di Cologna spiaggia; campo di Santa Lucia.

Privi di rilevanza economica sono definiti: palestra media D’Annunzio; palestra elementare D’Annunzio; palestra via Piemonte; palestra e palestrina scuola Fedele Romani; campo di Cologna paese; Campo Patrizi; Arena 4 palme
campo polivalente Santa Petronilla; campo polivalente San Giovanni; campo polivalente Montepagano; campo polivalente Voltarrosto; campo polivalente Campo a mare superiore; campo polivalente Campo a mare inferiore; campo polivalente Casal Thaulero; bocciodromo comunale.

“Sono molto felice per l’approvazione delle delibere”, commenta Marco Angelini, consigliere comunale con delega allo Sport, “nonostante le travagliate vicissitudini che le hanno accompagnate. Ora siamo pronti per redigere i bandi, così dall’estate 2018 le strutture potranno essere affidate a quelle società che intendono gestirle e programmare investimenti adeguati per il loro utilizzo e per il loro rilancio. Con queste delibere continua il percorso di attenzione e viene confermata la sensibilità della nostra amministrazione verso lo Sport. Spero che ci sia una grande partecipazione ai bandi ai quali daremo, ovviamente, la massima visibilità”.

“E’ un passo importante che intende perseguire una gestione manageriale e più efficiente degli impianti di maggiore importanza, dice il Sindaco Sabatino Di Girolamo, è anche un passo per la risoluzione della spesa corrente, troppo elevata allo stato. Confidiamo che la Città dello Sport risponderà sollecitamente alle delibere e agli atti successivi, in quanto non mancano certo nel nostro tessuto sociale entità in grado di gestire gli impianti”.

Ultima modifica: 13 gennaio 2018

In questo articolo