Martinsicuro, colpo della banda del buco nella gioielleria Vallese



Un foro, praticato nel muro attiguo, diventa il salvacondotto per entrare nella gioielleria. L’allarme inizia a suonare, ma la banda con estrema rapidità fa incetta di preziosi e gioielli in esposizione e in alcuni cassetti e poi si dilegua, prima dell’arrivo dei carabinieri e degli stessi proprietari.

 

Tutto dura pochi minuti e il bottino, ancora da quantificare, di certo è di diverse migliaia di euro. È il racconto in pillole del furto messo a segno la scorsa notte a Martinsicuro, ai danni della gioielleria Vallese in via Roma. Gli autori del furto hanno studiato nei particolari la tecnica da seguire. Ecco, dunque, che dapprima si sono introdotti, forzando un ingresso, l’attigua agenzia immobiliare.

 

Una volta dentro, armati degli attrezzi del mestiere, hanno praticato un foro nel muro e sono entrati nella gioielleria. Prima di entrare in azione, con un bastone hanno “girato” la telecamera a circuito chiuso installata nel negozio di preziosi, in modo da non essere ripresi.

 

Sul colpo notturno indagano i carabinieri della stazione di Martinsicuro.

Ultima modifica: 13 gennaio 2018

In questo articolo