Cade dal Corno Grande: salvo grazie al Soccorso Alpino FOTO



Un alpinista di 50 anni di Guidonia Montecelio è stato messo in salvo la scorsa notte grazie all’intervento del Soccorso Alpino, insieme a vigili del fuoco, 118, Croce Rossa, Guardia di Finanza e carabinieri forestali.

L’allarme è arrivato intorno alle 20 di ieri sera, quando il capo stazione Gino Perini è stato allertato per il soccorso al 50enne caduto mentre era impegnato nella discesa in corda doppia dalla Forchetti Gualerzi, sulla Vetta Centrale del Corno Grande.

Il 50enne era in compagnia di altri tre compagni che hanno dato l’allarme.

La squadra CNSAS di Teramo è giunta poco dopo ai Prati di Tivo insieme a Guardia di Finanza, Forestali e pompieri per illuminare la parete con una cellula fotoelettrica. Il 50enne era rimasto appeso dopo la caduta e non era in grado di scendere autonomamente per le varie fratture subite.

Sul posto è giunto anche personale del Soccorso Alpino da Penne e L’Aquila, oltre ad un elicottero dell’Aeronautica militare richiesto alla Prefettura di Teramo e partito da Martina Franca, abilitato al volo notturno.

Di concerto tutte le forze di soccorso sono riuscite a raggiungere l’uomo e a metterlo in salvo col verricello intorno alle quattro del mattino.

L’uomo è stato trasferito poi per accertamenti all’ospedale di Pescara ma non è in pericolo di vita.

 

Ultima modifica: 15 ottobre 2018

In questo articolo