Roseto, iniziati i lavori di ristrutturazione della stazione ferroviaria



La città di Roseto riavrà presto la palazzina della stazione ferroviaria completamente ristrutturata. Sono iniziati, infatti, i lavori di recupero dell’intera facciata dello stabile, un edificio che risale all’Ottocento e che racconta la storia e la crescita della Città delle Rose.

Poco più di 150mila euro investiti non solo per gli interventi di manutenzione straordinaria, ma anche per il rifacimento degli intonaci, con una parte di essi eliminati per riportare alla luce gli antichi mattoni che costituiscono le mura dell’edificio, dei cornicioni e l’eventuale riparazione e sostituzione delle grondaie.

I lavori procedono speditamente, anche se le condizioni meteo hanno costretto l’impresa appaltatrice a rallentare i ritmi, soprattutto per via della pioggia. Entro luglio, comunque, le opere, garantite dalla Direzione territoriale produzione di Ancona delle Ferrovie dello Stato, dovrebbero essere portate a termine. Si tratta di un intervento atteso perché, dopo i lavori di rifacimento della piazza della stazione di alcuni anni fa, l’obiettivo dell’amministrazione comunale era quello di recuperare anche lo stabile, riqualificando ulteriormente l’intera area.

La stazione rosetana, pur avendo perso negli anni una serie di fermate di treni importanti, resta comunque un punto di riferimento per tantissimi pendolari che si spostano sul territorio abruzzese. Ci sono ancora alcune cose, tuttavia, da risolvere. Come ad esempio l’eliminazione delle barriere architettoniche che incidono sulla struttura.

Il sindaco Sabatino Di Girolamo ha già fatto presente il problema ai vertici delle Ferrovie, sottolineando come la stazione ferroviaria di Roseto sia piuttosto disagevole per chiunque abbia un impedimento motorio, quindi chi è costretto a spostarsi su una carrozzina, ma anche per mamme con passeggino.

La direzione territoriale delle Ferrovie ha preso in considerazione il problema e ha garantito, così come è già avvenuto per la stazione di Pineto, che saranno realizzati quanto prima degli scivoli e un ascensore.

Ultima modifica: 13 giugno 2018

In questo articolo