Teramo, morte Caralla: si ipotizza il suicidio



La polizia spagnola continua ad indagare sulla morte di Tommaso Caralla, noto teramano che da qualche tempo si era trasferito a Santa Cruz de Tenerife dopo aver lasciato il negozio di ottica di famiglia che si trova lungo Corso San Giorgio.

Le autorità italiane continuano a tenersi in contatto con quelle spagnole per le pratiche del caso ed ovviamente per lo sviluppo delle indagini tuttora in corso dopo la morte del 38enne nella notte tra lunedì e martedì.

Le indagini sembrano concentrarsi sull’ipotesi del suicidio, anche perché il corpo ad una prima ricognizione non presenterebbe segni di violenza. Tutte le altre piste sono comunque ancora al vaglio di chi indaga.

Nelle prossime ore arriverà comunque il nulla osta per il ritorno della salma a Teramo.

Ultima modifica: 8 novembre 2018

In questo articolo