Teramo, servizio trasporti: la denuncia degli universitari



“Questa mattina molti studenti sono stati costretti a spostarsi a piedi dalla Stazione ferroviaria (poichè l’autobus della linea 7 non riusciva a contenere tutti coloro che necessitavano del servizio) fino a Piazzale San Francesco, per salire su un autobus stracolmo (appartenente alla linea 6) che a stento è riuscito a portarli a Colleparco”.

E’ questa l’ennesima denuncia da parte dell’Unione Degli Universitari di Teramo i quali tornano a richiedere maggiori servizi con l’implementazione delle linee – soprattutto nell’orario mattutino.

“Si è giunti ad un punto di non ritorno: i prezzi non giustificano il servizio e l’assenza di convenzioni che realmente permettano agli studenti di acquistare gli abbonamenti a prezzi ridotti non fa altro che incentivare il malcontento! Ci troviamo di fronte a molteplici problemi: dall’insufficienza delle corse fino all’incapacità di garantire un servizio congruo che copra tutti gli orari passando per il costo eccessivo degli abbonamenti e dei biglietti, senza tralasciare le condizioni igieniche disastrose in cui versano i mezzi adibiti al trasporto.

Crediamo che sia il caso di intervenire prontamente, poiché è inaccettabile che l’ennesima denuncia cada nel vuoto e non trovi riscontro da parte della compagnia, la Baltour s.r.l., che da anni ha il dovere di garantire il servizio ma al contrario sembra non sia interessata al trasporto e alla sicurezza di studenti e passeggeri.

In questo triste quadro ringraziamo, invece, l’amministrazione comunale che ci ha subito contattato al fine di fissare un incontro nel quale discutere di questa fondamentale tematica”

Ultima modifica: 10 ottobre 2018

In questo articolo