Settimana della Cultura scientifica e tecnologica: le iniziative dell’Itis Alessandrini-Marino-Forti di Teramo



Teramo. Cosa studiano in questo periodo gli scienziati ? Quali sono i temi dominanti della ricerca scientifica che vede impegnati in maniera coordinata e sinergica gruppi di studiosi in vari luoghi del pianeta.

 
Si cercano le tracce della presenza di acqua allo stato liquido sul pianeta Marte ? Si studiano le particelle elementari prodotte dai raggi cosmici che impattano l’atmosfera? Si investiga sugli agenti eziologici delle patologie umane ed animali che la globalizzazione ed i cambiamenti climatici rischiano di veicolare in tutto il pianeta? A questi ed a molti altri interrogativi sull’argomento cercheranno di dare risposta alcuni studiosi che il 16 ottobre 2015 interverranno ad un incontro sul tema “Cosa studiano gli scienziati ? Le nuove frontiere della ricerca che ci unisce”, che avrĂ  luogo all’Auditorium dell’ITIS “Alessandrini” di Teramo nell’ambito delle iniziative di divulgazione scientifica promosse dal MIUR in occasione della XXV Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica 12-18 ottobre 2015.

 

 

L’incontro prenderĂ  avvio domani, venerdì 16 ottobre, alle ore 09:30 con il saluto del Dirigente Scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini – Marino – Forti” di Teramo, prof.ssa Stefania Nardini, che ha promosso e sostenuto l’appuntamento, inserito in un programma di collaborazioni con istituzioni dedite alla ricerca, che da qualche tempo coinvolge la scuola ed i suoi studenti. Protagonisti dell’evento saranno il dott. Mauro Dolci, astronomo ricercatore presso l’Osservatorio Astronomico di Collurania, il dott. Daniele De Gruttola del CERN di Ginevra ed un ricercatore dell’Istituto Zooprofìlattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale” – Centro Internazionale per la Formazione e l’Informazione Veterinarie – CIFIV “F. Gramenzi”.

 

 

 

 

 

All’incontro prenderanno parte, oltre ad alcune classi dell’Istituto, vari gruppi di alunni provenienti da molte scuole medie della provincia, accompagnati dai loro docenti e per molti studenti questa sarĂ  l’occasione per esporre i loro quesiti a dei ricercatori e prendere coscienza del livello di impegno e di preparazione richiesto per portare avanti indagini produttive nel campo delle scienze sperimentali. Tale evento costituirĂ  anche l’occasione per presentare alcuni lavori di approfondimento svolti dalle classi nell’ambito delle discipline scientifiche studiate. I lavori si concluderanno intorno alle ore 12:00 con un dibattito sull’importanza della corretta divulgazione scientifica al fine di suscitare un interesse autentico da parte delle nuove generazioni nei confronti del mondo della ricerca scientifica sperimentale.

Ultima modifica: 27 ottobre 2017

In questo articolo