Teramo, studenti a “lezione” con il giudice Lorenzo Prudenzano



Teramo. I mezzi di comunicazione di massa e la globalizzazione delle informazioni sempre più spesso ci portano al confronto tra le diverse forme di stato e di governo che coesistono nel panorama europeo.

 

 

 

 
L’effettuazione di tali raffronti non è sempre agevole, perché spesso si basa su conoscenze sommarie ed approssimative, che prescindono dalla contestualizzazione storica, sociale e culturale dell’evoluzione dei diversi ordinamenti. La corretta comparazione nasce quindi dai dati di una descrizione accurata dei sistemi che consente di individuare le somiglianze e le differenze. Un’analisi approfondita di questo tipo è stata effettuata al l’Auditorium dell’I.T.T. “Alessandrini” dal dottor Lorenzo Prudenzano, magistrato al Tribunale di Teramo, che è intervenuto in maniera ampia ed esaustiva sul tema: “Forme di stato e forme di governo europee a confronto”. L’incontro si colloca nell’ambito del progetto di Educazione alla Legalità “Dialoghi sulla Costituzione”, portato avanti durante l’anno scolastico 2015-2016 dall’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini-Marino-Forti” di Teramo in collaborazione con l’Associazione Nazionale Magistrati (A.N.M). All’appuntamento hanno partecipato il Dirigente Scolastico dell’I.I.S. “Alessandrini-Marino-Forti” prof.ssa Stefania Nardini e numerose classi del biennio e del triennio dell’I.T.T.”Alessandrini” e dell’I.P.S.I.A. “Marino” accompagnate dai loro docenti, che hanno ascoltato con grande attenzione, dalle ore 9:30 alle ore 12:00 l’intervento del magistrato, corredato di numerose slide, che ha portato avanti un’analisi dettagliata e puntuale delle caratteristiche che contraddistinguono le diverse forme di stato e di governo attualmente presenti sullo scenario europeo. Dallo stato assoluto a quello liberale, dallo stato autoritario a quello democratico pluralista, fino alla cosiddetta “democrazia televisiva” e poi ancora dallo stato regionale allo stato composto, di tipo federale o regionale, il dott. Provenzano ha passato in rassegna tutte le forme di stato europee soffermandosi in puntuali raffronti con la realtà italiana. Dall’unica monarchia assoluta elettiva a quelle costituzionali, dalla repubblica parlamentare a quella semipresidenziale, fino alla repubblica direttoriale, il relatore ha quindi preso in esame tutte le forme di governo europee, suscitando in tutti i passaggi del suo intervento una grandissima attenzione da parte dell’uditorio, il cui interesse per l’argomento si è concretizzato tramite le numerose domande formulate dagli studenti, che hanno spaziato dal “welfare state” alle unioni civili, fino ai rischi per le democrazie rappresentati dal malaffare e dalla corruzione.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo