La “rinascita” del Natale Teramano: ecco tutti gli eventi e le iniziative FOTO



Teramo. Si è svolta nel corso della mattina di oggi, giovedì 6 dicembre, la conferenza stampa di presentazione del Natale Teramano, ovvero il progetto sostenuto dal comitato “Ri-nascita”.

 

Promotori sono la Provincia di Teramo, il Comune e la Camera di commercio, mentre gli organizzatori il consorzio “Shopping in Teramo centro commerciale naturale”. Alla presentazione hanno partecipato, oltre agli enti appena citati, anche la Fondazione Tercas, il presidente della Camera di Commercio Gloriano Lanciotti ed il vice segretario Salvatore Florimbi, i rappresentanti dell’ufficio scolastico provinciale e il presidente del Bim, Moreno Fieni.

 

Un progetto, ricorda il consigliere della Provincia Giustino D’Innocenzo, nel quale “ognuno ha dato il suo contributo: spero che sia solo l’inizio per portare più persone a Teramo, per la riscoperta dei valori che la città offre”.

 

Aggiunge il sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto: “ Senza il principio della condivisione, della collaborazione e consapevolezza difficilmente il territorio potrà ripartire da una situazione di oggettiva difficoltà. Il vero impulso di questa iniziativa nasce proprio da chi sta vivendo questa situazione”.

Chiarisce poi il messaggio che la nuova organizzazione del Natale vuole dare alla comunità: “Quando in un territorio in difficoltà si organizzano iniziative che magari possono apparire particolarmente festose o che hanno una ridondanza mediatica, può passare il messaggio che magari ci sono altri problemi a cui pensare.  Noi abbiamo piena consapevolezza delle difficoltà e siamo convinti che il messaggio che viene fuori da questo Natale è di speranza: dare vita al nostro territorio, farlo ripartire insieme attraverso un obiettivo comune”.

Infatti, come ricorda Salvatore Florimbi:“Nessun euro è stato rubato “all’asfalto”: abbiamo partecipato a dei bandi destinati alla creazione di eventi e cultura”. Conclude poi il sindaco: “Noi vogliamo che sia il Natale della provincia, dove la città capoluogo riprende la sua centralità. Se riparte Teramo infatti, riparte tutto il nostro territorio”.

 

Una nota anche da Gloriano Lanciotti: “Voglio lanciare un appello ai cittadini: aiutateci a fare in modo che il Natale teramano sia ben fatto, tornando a vivere le attività in centro e riacquisendo il piacere di passeggiare in una città che si fa bella. Chiedo anche responsabilità ai cittadini, a partire dal tema della pulizia della città”.

 

Gli eventi partiranno l’8 dicembre, alle 17, al teatro comunale con il concerto del gruppo teramano “Campo della fiera” e con l’accensione delle luci nel villaggio conviviale a piazza sant’Agostino e il mercato di Natale a piazza sant’Anna. Il 13 dicembre ci sarà alle 18 l’inaugurazione del bosco incantato ai Tigli, con le letture di Piero Di Tanna e alle 21 il concerto di Antonella Ruggiero e dell’Orchestra popolare del saltarello. Al duomo invece, il 16 dicembre alle 15,30, si esibirà Moni Ovadia. Dal 18 dicembre al 31 gennaio sarà allestito il presepe monumentale di Castelli nell’ipogeo di piazza Garibaldi e dal 19 dicembre al duomo la mostra artistica “Sulle tracce di san Berardo, Patrono della città”. Per quanto riguarda capodanno invece, ci saranno tre giorni di spessore: il 30 dicembre alle 21 ci sarà il concerto di Cristina D’Avena con il gruppo Gem Boy, il 31 dicembre si ballerà dalle 21 alle 3 della notte con l’orchestra popolare “La notte della taranta” e l’orchestra popolare del saltarello e il 1 gennaio, alle 18, ci sarà il concerto di Ermal Meta. Il 5 e il 6 gennaio ci sarà inoltre il presepe vivente alla villa comunale e la befana dei vigili del fuoco, quest’ultimo alle 17 nel giorno dell’Epifania.

ANDREA URSINI

 

Ultima modifica: 6 dicembre 2018

In questo articolo