Bisenti, mozione dell’opposizione per il rilancio della Val FIno



Bisenti. Il gruppo di minoranza del Comune di Bisenti ha presentato una mozione da sottoporre all’attenzione del Sindaco e della sua giunta affinché l’Amministrazione sia promotrice del percorso, insieme agli altri Sindaci della Città Val Fino, della Provincia di Teramo e della Regione Abruzzo, che consente di riconoscere il nostro territorio come area di crisi complessa e possa beneficiare dei finanziamenti che vengono messi a disposizione per “le crisi industriali complesse del Sistema locale del lavoro”.

“Bisenti purtroppo come gli altri comuni della Città Val Fino ha un tasso di disoccupazione molto alto soprattutto quello giovanile. Negli ultimi tempi le poche attività industriali che c’erano hanno chiuso battente oppure hanno deciso di trasferirsi altrove. Dalle statistiche inoltre si evince che Bisenti, su 47 Comuni della Provincia di Teramo, è al 44° posto come reddito medio per cittadino”.

Ha spiegatto l’opposizione, precisando che “il Comune di Bisenti possiede uno stabile adibito ad uso industriale attualmente chiuso; pertanto la minoranza chiederà al Sindaco il suo impegno affinché si trovino imprenditori con un piano industriale serio e convincente in modo da ricollocare le tante persone in cerca di lavoro e quelli che invece negli ultimi anni lo hanno perso. Il consiglio comunale sarà convocato nelle prossime settimane e la minoranza auspica che questa volta il messaggio venga recepito comprendendo l’importanza della proposta e considerando l’occupazione come un problema di priorità assoluta senza colori politici con l’attenzione rivolta agli ottimi risultati perseguiti dai sindaci della Val Vibrata insieme all’ente Provincia di Teramo e agli amministratori Regionali”.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo