Tortoreto, orari movida: legittima ordinanza del comunee



Per una sentenza che annulla la sanzione, ne esistono altre quattro, successive, che al contrario rigettano le impugnative e confermano i limiti di applicazione dell ordinanza sugli orari musicali.

Ordinanza da rivedere? Non proprio visto che l’amministrazione comunale di Tortoreto ribadisce la valenza della disciplina degli orari della diffusione sonora delle discoteche estive (stabilimenti balneari ) e locali di intrattenimento in genere.

Di recente, infatti, era sta annullata una sanzione sullo sforamento degli orari musicali mettendo in forse la stessa ordinanza. Quattro successive sentenze del giudice di pace però hanno rigettato le impugnative. “Secondo i giudici” si legge in una specifica del Comune di Tortoreto, “le limitazioni imposte con l’ordinanza sindacale, soprattutto in materia di inquinamento acustico non possono considerarsi abrogate in virtù del della legge di liberalizzazione del regime degli orari in quanto rivolta in maniera specifica agli esercizi pubblici, anche in fatto di orari, ma non applicabile al caso in questione”.

Nel caso di specie si tratta di uno stabilimento balneare per il quale le attività di intrattenimento vengono considerate accessorie con incidenza temporanea e stagionale. Questione che resta in ogni caso complicata, sotto altri profili. Sotto questo aspetto, la giunta comunale è in procinto di varare un regolamento dedicato per disciplinare le attività musicali degli stabilimenti balneari con l’obiettivo di contemplare interessi economici con quelli del rispetto della quiete pubblica.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo